In tendenza

Il Corriere dedica un servizio a Priolo: “dove archeologia e fenicotteri rappresentano il riscatto”

L’articolo è a firma del giornalista Luca Bergamin che ha intervistato, tra gli altri, Rossella Marchese, responsabile del servizio Beni Culturali del 6^ settore, Area Cultura del Comune di Priolo

Oggi, sul Corriere.it, è stato pubblicato un servizio dedicato a Priolo Gargallo nella rubrica “Il bello dell’Italia” dal titolo: “dove archeologia e fenicotteri  rappresentano il riscatto”. L’articolo è a firma del giornalista Luca Bergamin che ha intervistato, tra gli altri, Rossella Marchese, responsabile del servizio Beni Culturali del 6^ settore, Area Cultura del Comune di Priolo.

“Anche su questo fronte – riferisce l’assessore al Turismo, Patrizia Arangio – stiamo lavorando per dare il giusto e doveroso risalto alla storia del nostro paese. Insieme all’ufficio competente stiamo preparando un piano strategico finalizzato alla valorizzazione e fruizione dei beni archeologici, monumentali e ambientali del nostro territorio”.

“Il servizio che il Corriere della Sera dedica al nostro paese – sottolinea il sindaco Pippo Gianni – ci inorgoglisce e va nella direzione della valorizzazione e promozione del territorio. Puntiamo ad un miglioramento dell’offerta turistica nelle varie stagioni. In estate il nostro bellissimo litorale ci dà la possibilità di ospitare migliaia di persone provenienti da tutta la provincia e oltre. Godiamo di un’ottima gestione delle Saline, da parte della LIPU, che danno un forte contributo in termini di presenze, con migliaia di visitatori ogni anno. Uno degli obiettivi più importanti è quello di istituire percorsi turistico-storico-culturali che vanno dalla Guglia di Marcello a Thapsos, dalle Catacombe di Manomozza alla Torre Saracena. E ancora un progetto di incentivazione del turismo che riguarda l’ex Espesi, dove sono in corso i lavori per istituire un museo naturalistico, grazie ad un finanziamento che sembrava ormai perduto e che invece siamo riusciti ad ottenere. Tutto questo si lega ad una attività molto importante che l’Amministrazione comunale sta portando avanti; riguarda la bonifica e la messa in sicurezza permanente della cenere di pirite che si trova a Thapsos e nella riserva Saline, dove saranno organizzate una serie di iniziative e manifestazioni”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo