In tendenza

Il punto ristoro di Pantalica e il convento di Santa Sofia a Rassu affidati in gestione privata. Auteri: “accolta la mia proposta”

Il Comune di Sortino ha avviato l’iter per la ricerca di operatori interessati alla concessione in gestione, per 5 anni, del punto ristoro in contrada Serramezzana a Pantalica e della chiesa e del convento di Santa Sofia a Rassu

Il convento di Santa Sofia a Rassu

“Il Comune di Sortino ha avviato l’iter per la ricerca di operatori interessati alla concessione in gestione, per 5 anni, del punto ristoro in contrada Serramezzana a Pantalica e della chiesa e del convento di Santa Sofia a Rassu. Ringrazio il sindaco Vincenzo Parlato e la sua Giunta per aver accolto una delle proposte avanzate già durante la mia campagna elettorale”. Il deputato regionale di Fratelli d’Italia, Carlo Auteri, commenta così l’atto di indirizzo approvato dall’amministrazione comunale con cui si dà mandato al responsabile del settore Tecnico di predisporre il bando di gara.

“Ho sempre parlato della necessità di avere al nostro fianco un’amministrazione “facilitatrice” – sottolinea Auteri – e avanzato la proposta di conversione e utilizzo di due siti, l’Eremo di Santa Sofia a Rassu e Serramezzana, quali strutture turistiche, ricettive e di ospitalità di alto livello culturale e artistico al fine di migliorare il posizionamento strategico di Sortino nell’ambito dell’economia turistica e per creare occupazione e indotto. Il 22 giugno scorso avevo anche protocollato la richiesta all’attenzione del sindaco chiedendo di creare una foresteria o struttura ricettiva con 30 posti letto più un punto ristoro all’Eremo, utilizzando e adattando gli spazi del sito – interni ed esterni – al fine di rendere il complesso monumentale un centro turistico di alto livello. Così come appariva già evidente il potenziale spirituale, culturale e divulgativo della chiesa; naturalmente vocata ad attività di spessore, come il festival del Dramma Sacro, reading di testi sacri, appuntamenti con teologi, critici d’arte etc”.

Sul punto ristoro a Serramezzana, Auteri lo ha sempre considerato punto logistico strategico per i tour guidati all’area archeologica, con la creazione di ristorazione, visite guidate, creazione di uno spazio dedicato ai virtual touring (visione di ricostruzioni virtuali in grafica 3D); destinazione dell’ampio spazio esterno a luogo di spetta colazione e drammatizzazione, con temi legati alla storia del sito, ai miti siciliani, alle leggende popolari.

“Inizia un nuovo modo di vedere l’accoglienza del turista, forse da qui possiamo avviare un percorso virtuoso di cooperazione con il Comune di Sortino – conclude il deputato di FdI –. Con una stima approssimata al ribasso, possiamo comodamente prevedere una creazione immediata di circa 40 posti di lavoro (stagionali, con contratti semestrali), figure professionali del settore ricettivo (cuochi, camerieri, responsabili di sala, addetti alle camere, receptionist, concierge) ma anche di quello culturale, artistico e divulgativo (guide, esperti, grafici, creativi). A sostegno dell’attività dei due siti si procederà probabilmente alla creazione di un servizio-navetta per il raggiungimento degli stessi a partire da snodi strategicamente scelti, con un ulteriore incremento delle opportunità lavorative. Continuo a ribadire di essere a completa disposizione dell’amministrazione perché è necessario offrire servizi per Pantalica, che merita di più e può offrire molto di più”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni