In tendenza

Inizia al meglio il Campionato Aics Regionale per la CorAnt Basket di Rosolini

Presente il pubblico delle grandi occasioni per seguire il primo vero derby del campionato, con un tifo assordante che ha ripreso da dove aveva lasciato negli anni passati, l’opera di sostenimento dei propri beniamini

Inizia al meglio il Campionato Aics Regionale per la CorAnt Basket di Rosolini. Dopo aver vinto la prima partita di esordio in trasferta a Paternò, sabato 26 novembre in casa la CorAnt ha riportato un convincente successo per 88 a 60 contro la compagine della Zuleima Noto. Presente il pubblico delle grandi occasioni per seguire il primo vero derby del campionato, con un tifo assordante che ha ripreso da dove aveva lasciato negli anni passati, l’opera di sostenimento dei propri beniamini.

Nonostante il largo successo, i rosolinesi hanno faticato i primi due quarti a tenere testa agli ostici ospiti. La squadra è partita molto decisa nel primo quarto dove ha chiuso in vantaggio di 7 punti, facendo vedere del buon gioco, ma nel secondo quarto ha presentato dei momenti di black out in attacco, che hanno permesso agli avversari di riavvicinarsi al punteggio e impaurire. Si è così andati al riposo lungo con la CorAnt in vantaggio di soli 2 punti. Tutt’altra musica ha caratterizzato il terzo e quarto tempo, con Coach Mura che ha cambiato radicalmente difesa e uomini, e dopo aver provato l’arma della zona due/tre, è tornato alla difesa a uomo, vero marchio di fabbrica della squadra, che non ha lasciato spazio agli avversari, ma soprattutto ha permesso fulminee ripartenze e contropiedi in successione.

Grande apporto è stato dato dal playmaker Seby Nicita, che grazie a ben sei “bombe” da tre punti, da “distanze siderali”, è riuscito a scardinare la zona “bulgara” due-tre degli avversari, costringendoli a liberare l’area e creando spazi ai propri compagni, per realizzazioni all’interno del pitturato. Da segnalare l’assenza importante dei due play Terribile e Amore, nonché del pivot Becares, che ha ridotto così le rotazioni. In ogni caso, tutta la squadra ha ben risposto e come nella prima partita, ogni giocatore ha dato il suo apporto, sia in termini di punti, ma soprattutto in difesa.

A fine incontro il Coach Mura ha dichiarato: “bellissima partita, giocata correttamente da entrambi i lati, che ha messo in mostra una bella pallacanestro. Ma la cosa che apprezzo di più è lo spirito di squadra che si respira ad ogni allenamento e che rende piacevole sudare e faticare insieme. Siamo una squadra molto eterogenea, costituita da ragazzi di 19 anni aiutati dai veterani di oltre 40 anni. È bello vedere tutti sacrificarsi per un obiettivo comune, ma sempre con il sorriso e la voglia di aiutarsi”.

Il tabellino dell’incontro: Mura 22; Nicita 20, Colosi 17; Di Stefano 10, Gega 6, Giardina 6, Cocciro 5, Cucuzza 2, Rizza. Il prossimo incontro vedrà la CorAnt Basket impegnata, martedì 6 dicembre, sul difficile campo del basket di Adrano, noto per “L’armata bianconera”, il mitico tifo organizzato della città di Adrano.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo