In tendenza

Italia Nostra Melilli celebra il Palazzo di città con il concerto del Moisycos Guitar Duo

Domenica 3 ottobre 2021, Ermanno Bottiglieri, chitarrista e compositore, e Valerio Massaro, musicista versatile, interpreteranno con le loro chitarre famosi brani di Domeniconi, Giuliani e Rossini nella suggestiva cornice della terrazza del Palazzo Comunale di Melilli

Italia Nostra Melilli continua a celebrare le GEP 2021 Giornate Europee del Patrimonio (European Heritage Days), la più estesa e partecipata manifestazione culturale d’Europa, con il secondo incontro dell’anno sociale ‘21/‘22, e lo fa in grande stile con l’esibizione del Moisycos Guitar Duo.

Domenica 3 ottobre 2021, Ermanno Bottiglieri, chitarrista e compositore, e Valerio Massaro, musicista versatile, interpreteranno con le loro chitarre famosi brani di Domeniconi, Giuliani e Rossini nella suggestiva cornice della terrazza del Palazzo Comunale di Melilli.

I due artisti, unendo le loro esperienze, derivate dalla ricerca accurata all’interno del vasto repertorio della musica per chitarra, hanno solo recentemente dato vita al Moisycos Guitar Duo: accomunati dalla ricerca filologica nell’esecuzione di brani delle diverse epoche e dall’apertura ai nuovi linguaggi musicali, si propongono di divulgare la poliedricità della chitarra come strumento nobile, rappresentante di una musica colta che coinvolge e soddisfa le esigenze di ogni tipo di pubblico.

Lo splendido Palazzo Municipale di Melilli si trova in Piazza Filippo Crescimanno. L’edificio venne costruito sul sito dove sorgevano il monastero e la chiesa di San Paolo Apostolo sotto il titolo di San Benedetto, fondato nel 1595. Il cenobio venne poi soppresso in seguito al regio decreto 3036 del 7 luglio 1866, che ordinava l’abrogazione degli Ordini e delle Corporazioni religiose.

Nel gennaio del 1877, il monastero, la chiesa e l’orto furono ceduti dal Fondo del Culto all’Amministrazione Comunale, che aveva necessità di locali per gli uffici comunali, le scuole, etc. Il nuovo Palazzo Municipale, che fu costruito utilizzando la ghiaia delle “pirrere” di San Giovanni e di San Sebastiano, nonché la pietra da taglio delle cave di Melilli, fu inaugurato il 14 marzo 1888.
Fino al 1971 adornavano la piazza Filippo Crescimanno due artistiche fontane, inaugurate nel 1907, con due statue in cemento raffiguranti due contadine, opera dello scultore piacentino Mario Moschetti.

L’evento -patrocinato dal Comune di Melilli – si inserisce nella campagna di sensibilizzazione anti-Covid lanciata dalla sezione IN Melilli, ReINcontriamoci con il Green Pass: un’iniziativa per sensibilizzare i soci e simpatizzanti a partecipare alle attività in sicurezza, previa prenotazione, esibizione di Green Pass o di esito negativo del tampone effettuato entro le 48 ore precedenti gli eventi.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo