In tendenza

La Cgil anticipa al 30 aprile la Festa del Lavoro che non c’è.

Verrà anticipato al 30 aprile, nella manifestazione della Cgil, la “festa” del Lavoro che non c’è. L”appuntamento è nel pomeriggio a Piazza Archimede, dove riflettere sulla situazione occupazionale in provincia che ha assunto contorni drammatici. Solidarietà ai disoccupati , esodati, in cerca di insermento è stata espressa dalla sigla sindacale che questa mattina ha presentato l’iniziativa. E sul cambio al vertice dell’Erg Paolo Zappulla è stato chiaro ” NOn si tratta di chi amministra ma della chiara intenzione dell’Erg di lasciare tutto in mano ai russi”. Servizio di Mascia Quadarella


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo