In tendenza

La lunga notte dell’Infiorata di Noto: via Nicolaci “fiorisce”

Entra nel vivo l'edizione dedicata a Giacomo Puccini

È il venerdì dell’Infiorata, è la notte in cui via Nicolaci “fiorisce” preparandosi ai 4 giorni di festa grazie alle mani di oltre 200 infioratori che da oggi pomeriggio lavoreranno a terra, in ginocchio e, quando ci sarà da raggiungere gli angoli più delicati, anche in precarie condizioni di equilibrio.

Entra nel vivo la 45^ edizione dell’Infiorata di Noto e oggi pomeriggio cominceranno gli allestimenti dei 16 bozzetti infiorati in via Nicolaci. Ieri la preparazione dei fiori, dei petali e di tutto il materiale che servirà agli infioratori per realizzare i 16 bozzetti dedicati a Giacomo Puccini, tema scelto per questa edizione 2024.

Una festa nella festa quel del venerdì in via Nicolaci, un’atmosfera diversa rispetto a quella che arriverà nei prossimi giorni: il profumo dei petali e della torba, il sole che tramonta e i raggi che riflettono sui muri di via Nicolaci regalando luci diverse minuto per minuto. Poi la notte che arriva, il brusio che accompagna e annuncia la fine dei primi bozzetti e l’alba di un nuovo giorno con una immensa opera d’arte da mostrare al mondo intero: l’Infiorata di via Nicolaci.

Da sabato, poi, il via alle visite, con il telone già pronto e ticket da 3,5 valido per i non residenti. E 4 giorni di festa, con Noto e l’Infiorata che sono in credito con il destino, visto che l’anno scorso il tempo non fu clemente.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni