In tendenza

La siracusana Lilia Cannarella al vertice dell’UIA, l’Unione internazionale degli architetti

L’architetto Lilia Cannarella ha ottenuto il maggior numero di preferenze tra i consiglieri dei Paesi dell’Europa occidentale

Dopo la riconferma per un secondo mandato nel Consiglio nazionale degli Architetti PPC, la siracusana Lilia Cannarella viene eletta consigliere dell’UIA, l’Unione internazionale degli architetti.

L’elezione è avvenuta nel corso della XXVIIIa Assemblea Generale dell’UIA in occasione il congresso mondiale degli architetti di Rio de Janeiro, durante la quale si sono rinnovate le cariche del consiglio direttivo (presidente, segretario generale e tesoriere), i cinque vicepresidenti ed i consiglieri delle cinque regioni in cui è articolato l’organismo mondiale. L’architetto Lilia Cannarella ha ottenuto il maggior numero di preferenze tra i consiglieri dei Paesi dell’Europa occidentale.

“In questa fase di grandi trasformazioni, dai cambiamenti climatici alla digitalizzazione, che comportano grandi potenzialità ma anche grandi rischi di squilibri – dichiara Lilia Cannarella – gli Stati e le Città devono avere una visione del futuro e una strategia di medio termine sulle azioni da attivare per ripensare a uno stile di vita sostenibile ed equo per tutti. Sfide globali che richiedono un approccio condiviso e soluzioni specifiche per ogni territorio. In questo scenario, l’UIA può svolgere un ruolo importante per condividere e diffondere una nuova visione di città, basata sulla solidarietà, la bellezza e il rispetto della natura”.

“Anche nelle città italiane – prosegue l’architetto Cannarella – sono in atto trasformazioni nelle politiche urbane, riconducibili all’influenza delle Politiche di Coesione e dell’Agenda Urbana 2030. Le competenze degli architetti PPC, diventeranno cruciali per aiutare gli enti locali a proporre progetti ambiziosi e credibili nell’ambito, del Green Deal: per cogliere questa opportunità dobbiamo essere pronti ad abbracciare il nostro lavoro con un approccio sempre più trasversale, sapendo integrare l’economia circolare nelle ristrutturazioni, le strategie di adattamento ai cambiamenti climatici nella pianificazione, sapendo ripensare le città con un occhio attento alla tutela della biodiversità; lavorando in collaborazione con le altre categorie professionali, con le associazioni di categoria, con il terzo settore, con la società civile. Non ci sarà una vera ripresa economica europea, verde e digitale – ha concluso la neo consigliera dell’UIA – se non si ripartirà dagli interessi espressi dai territori”.

Un augurio di buon lavoro arriva dalla Presidente dell’Ordine provinciale di Siracusa, Sonia Di Giacomo: “Siamo orgogliosi del traguardo raggiunto dalla nostra collega Lilia Cannarella e consapevoli che la sua partecipazione al dibattito internazionale sui temi della città e del territorio potrà essere veicolato all’interno della comunità degli architetti di Siracusa con proficue ricadute anche nel nostro territorio”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo