In tendenza

L’amministratore delegato della Sonatrach a Melilli e Augusta: pretese e ricevute rassicurazioni per i dipendenti |Stato d'agitazione dei dipendenti

L’amministratore delegato della compagnia algerina ha spiegato le ragioni dell’acquisto legate alla necessità per la compagnia di trasformare su territorio italiano parte del petrolio greggio in carburanti, per poi importare in Algeria il prodotto finito a prezzi meno cari

Accompagnato da una nutrita delegazione di collaboratori, l’amministratore delegato della Sonatrach Abdelmoumen Ould Kaddour – la compagnia di stato algerina che in questi giorni ha acquisito la raffineria Esso di Augusta -, ha incontrato ieri i sindaci di Melilli Giuseppe Carta e di Augusta Cettina Di Pietro al palazzo municipale.

L’incontro di ieri è immediatamente successivo alla notizia resa pubblica in giornata dell’accordo, in fase di perfezionamento, tra Esso Italiana – società del Gruppo ExxonMobil – e Sonatrach per il trasferimento alla compagnia di Stato algerina del ramo d’azienda costituito dalla raffineria di Augusta, di tre depositi carburante siti ad Augusta, Palermo e Napoli e delle relative infrastrutture di pertinenza.

L’amministratore delegato della compagnia algerina ha spiegato le ragioni dell’acquisto legate alla necessità per la compagnia di trasformare su territorio italiano parte del petrolio greggio in carburanti, per poi importare in Algeria il prodotto finito a prezzi meno cari.

Durante l’incontro – dice il sindaco di Augusta – ho richiesto e ricevuto rassicurazioni circa la volontà di effettuare investimenti sul nostro territorio, garantendo l’attuale livello occupazionale, con possibilità di incremento nel futuro, nonché il rispetto di tutti gli aspetti legati alla tutela della salute, della sicurezza e dell’ambiente”.

Dopo gli opportuni e dovuti convenevoli, anche Carta a Melilli ha immediatamente chiesto e preteso garanzie per i dipendenti ottenendo l’impegno a mantenere i livelli occupazionali e un dialogo costruttivo con la forza lavoro. Il sindaco ha rappresentato come primario interesse per l’amministrazione comunale di Melilli la tutela dei lavoratori la garanzia degli standard in materia di salute, sicurezza e ambiente.

Quello di oggi comunque rappresenta solo il primo degli incontri inseriti in calendario tra la Sonatrach e il sindaco di Melilli al fine di ritrovare ed esplorare nuove sinergie e riaprire un dialogo proficuo con la compagnia, dialogo che allo stato appariva in parte chiuso con la Esso di Augusta a causa delle divergenze di vedute emerse nell’ultima conferenza dei servizi per il rilascio dell’Aia in merito alle prescrizioni relative all’approvvigionamento dei consumi idrici da parte di Esso. Inoltre Carta ha mostrato piena collaborazione per gli eventuali nuovi investimenti che la compagnia volesse effettuare sul territorio di Melilli.

Il sindaco Carta ha omaggiato il Ceo dell’azienda, Abdelmoumen Ould Kaddour, donando allo stesso e alla sua delegazione alcune copie di libri di autori Melillesi oltre a produzioni discografiche di musicisti locali, l’amministratore delegato ha al contempo donato al sindaco un oggetto artistico artigianale decorativo raffigurante la mano di Fatima oltre a gustosissimi datteri.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo