In tendenza

L’assessore regionale alle Infrastrutture a Siracusa: Viadotto di Targia, Albergo scuola, Marina e caserma dei Vigili del Fuoco al centro dell’attenzione

Per non dimenticare la questione Talete e la causa in corso tra Regione e Comune ("siamo qua per ascoltare proposte e dare supporto e sostegno")

Sopralluogo dell’’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone, oggi a Siracusa per fare il punto sugli investimenti infrastrutturali del Governo Musumeci nel capoluogo aretuseo. L’assessore ha voluto verificare le condizioni del viadotto Targia, il cui iter per la demolizione è ormai avviato, il cantiere Iacp dell’ex Albergo scuola di corso Umberto, la nuova Caserma dei Vigili del fuoco alla Pizzuta e la ripavimentazione della passeggiata alla Marina. Per non dimenticare la questione Talete e la causa in corso tra Regione e Comune (“siamo qua per ascoltare proposte e dare supporto e sostegno”).

Viadotto di Targia: “togliamo un’infrastruttura inutile e inutilizzata, poi sarà la città a dire se bisogna ricostruirlo“. Falcone si dice lieto di vedere la bretella utilizzata e fruibile ma disponibile ad accogliere suggerimenti e proposte. Anche perché, in principio, la soprintendenza autorizzò provvisoriamente la realizzazione della bretella in considerazione della Scala Greca e della particolare valenza dell’area. “Tutto dipenderà dal tavolo tecnico con il Genio civile, il Comune e la Soprintendenza – le parole dell’assessore – e se ci dicono cosa vogliono fare, siamo disponibili a predisporre nuovi finanziamenti”. Intanto però, dopo Pasqua dovrebbe prendere il via la demolizione

Albergo scuola: “Abbiamo preso l’impegno di ristrutturare un immobile in stato di degrado, il cantiere da qui a un anno sarà completato e consegnato e daremo così 48 nuovi immobili in housing sociale”

Marina: “riqualifichiamo la zona, restituiamo un pezzo importante della città al turismo e alla fruizione pubblica”. I lavori, che vanno avanti spediti, dovrebbero concludersi prima della stagione estiva.

Caserma dei vigili del fuoco: “Nelle prossime settimane sarà consegnata al Corpo dello Stato che sarà trasferito in questa location, più adatta rispetto all’attuale inadeguata. Abbiamo tardato a causa di inconveniente su allacci e collegamenti, ma ai primi di maggio si consegna”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo