fbpx

Le Autorità egiziane chiedono la collaborazione del Museo del Papiro di Siracusa per la valorizzazione del papiro in Egitto

L’incontro si è concluso con la deliberazione della creazione di un “Centro di formazione e documentazione su storia e tecniche di manifattura del papiro”

Corrado Basile e Anna Di Natale, fondatori del Museo del Papiro di Siracusa e del “Laboratorio di Restauro dei Papiri” del Museo Egizio del Cairo, hanno partecipato, su invito e nella qualità di esperti, all’incontro per la valorizzazione del papiro in Egitto, tenutosi presso il Palazzo del Governatore di Al-Sharkia, nel Delta.

Oltre ai due studiosi siracusani hanno partecipato all’incontro il “Comitato Supremo Nazionale per la conservazione del papiro” con i suoi numerosi componenti e i rappresentanti di vari Ministeri egiziani. Per il Ministero delle Antichità erano presenti l’Assistente del Ministro delle Antichità per i progetti di sviluppo, Eman Hanafy Zidane, e il Direttore Generale del Settore dei Musei, Moamen Othman.

Grande accoglienza è stata riservata a Corrado Basile e Anna Di Natale dal Governatore Mamdouh Ghorab, dal Segretario Generale del Governatorato, Hussein Al-Gendi, e dal Direttore Generale del Dipartimento per i Beni Culturali, Rasha Hassan. Si tratta di un importante progetto sostenuto da vari Ministeri egiziani (Cultura, Antichità, Turismo e Sviluppo), il cui principale obiettivo è la valorizzazione del “papiro” presente in quell’area del Delta egiziano.

Per la realizzazione del progetto, il Ministero delle Antichità e il Governatorato di Al-Sharkia hanno chiesto la collaborazione del Museo del Papiro di Siracusa per la formazione nel campo della manifattura del papiro, che oltre cinque mila anni addietro ebbe la sua origine in Egitto. L’incontro si è concluso con la deliberazione della creazione di un “Centro di formazione e documentazione su storia e tecniche di manifattura del papiro”. Inoltre, la delegazione ha visitato l’area e i rappresentanti del Ministero delle Antichità hanno già individuato i luoghi che ospiteranno il “Centro di formazione e documentazione”.

Per Corrado Basile e Anna Di Natale è stato un ritorno in quella regione del Delta, dove già oltre venti anni addietro furono invitati per un sopralluogo presso le nascenti piantagioni dall’allora Direttore del Dipartimento di Botanica dell’Università del Cairo, Nabil El-Hadidi. Come è noto in Egitto la pianta di Cyperus papyrus L. era coltivata e utilizzata per fabbricare la carta fino al X-XI secolo e negli anni Ottanta del secolo scorso è iniziato un programma di ripopolamento del papiro nel Delta, per ricostituire un paesaggio ricco di papireti, come nel passato.

Oggi, le Autorità egiziane, grazie alla auspicata collaborazione del Museo del Papiro di Siracusa, intendono valorizzare l’antica arte di manifattura della carta di papiro con la organizzazione di corsi di formazione su storia e manifattura del papiro, che saranno tenuti da Corrado Basile e Anna Di Natale, per una produzione di carta papiracea di buona qualità, diversamente da quella attualmente prodotta dagli artigiani locali.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo