Sono 1.110 i nuovi positivi al Covid in Sicilia, 162 in provincia di Siracusa

In tendenza

Lettera aperta di Federfiori al sindaco di Melilli: “non chiudere il cimitero”

"Chiediamo di agevolare le aperture, anche scaglionate o contingentate, dei cimiteri al fine di consentire a tutti i cittadini, di Villasmundo e Città Giardino, di poter lasciare un saluto al proprio caro scomparso, sempre nel rispetto delle norme vigenti"

Riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta dei Fioristi di Confcommercio, firmata dal presidente di Federfiori Giuseppe Palazzolo, indirizzata al sindaco di Melilli Giuseppe Carta in merito alla chiusura del cimitero di Città Giardino.

“In riferimento alle ultime normative nazionali e regionali e nel pieno rispetto della salute di tutti i cittadini la invitiamo a rivedere l’ordinanza n. 22 del 18.03.2021 del comune di Melilli affinché i cimiteri possano restare aperti, poiché rappresentano i “luoghi di culto” e non di assembramento. Infatti, alcuni suoi colleghi hanno sposato questa idea, garantendo un flusso di ingresso contingentato o controllato. Noi federazione dei fioristi della provincia, appartenenti all’associazione Confcommercio, che operiamo anche in prossimità dei cimiteri, vogliamo sottoporre alla sua valutazione, anche, la necessità di poter continuare il nostro lavoro, pertanto, visto che i cimiteri non creano assembramenti, ma consentono, piuttosto, di poter alleviare le sofferenze personali potendo trovare un piccolo conforto spirituale attraverso il saluto nei confronti del proprio defunto, chiediamo di agevolare le aperture, anche scaglionate o contingentate, dei cimiteri al fine di consentire a tutti i cittadini, di Villasmundo e Città Giardino, di poter lasciare un saluto al proprio caro scomparso, sempre nel rispetto delle norme vigenti”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo