In tendenza

L’importanza del chilometraggio nella scelta di una macchina usata

Nel caso in cui si parli di un modello che è in produzione da alcuni anni, è facile che sia maggiore l’affidabilità di un esemplare più nuovo rispetto a quella che può essere garantita da uno più vecchio

È meglio scegliere un’auto usata vecchia ma con pochi chilometri alle spalle o una macchina più recente ma con un chilometraggio più consistente? Per rispondere a questa domanda è necessario tenere conto dei pro e dei contro che caratterizzano entrambe le soluzioni. Un’auto più nuova, per esempio, con tutta probabilità è stata omologata con una migliore classe di emissioni, cioè più recente. Tale aspetto può essere importante specialmente se si vive in una grande città, dal momento che si può essere tutelati in vista di possibili restrizioni del traffico correlate alle emissioni inquinanti.

I vantaggi di una vettura meno datata

Inoltre, nel caso in cui si parli di un modello che è in produzione da alcuni anni, è facile che sia maggiore l’affidabilità di un esemplare più nuovo rispetto a quella che può essere garantita da uno più vecchio. I primi modelli, infatti, nella maggior parte dei casi sono caratterizzati da difetti o comunque palesano dei problemi a livello di assemblaggio che poi spariscono con gli esemplari successivi, visto che la casa costruttrice interviene e rimedia durante la produzione. Questo è il motivo per il quale gli esemplari che escono dallo stabilimento alla fine del ciclo produttivo si lasciano preferire rispetto a quelli che sono usciti per primi.

Le ragioni per scegliere le vetture più recenti

Inoltre, i modelli più nuovi potrebbero essere dotati di un sistema di infotainment più aggiornato, e quindi più performante; oppure ci potrebbero essere delle migliorie dal punto di vista degli equipaggiamenti interni (per esempio un maggior numero di vani porta oggetti o una porta Usb in più). Non ci saranno problemi, poi, sotto il profilo della reperibilità dei ricambi, che sarà eccellente. Per quanto riguarda la garanzia, è utile tener presente che per la legge quella minima non può essere inferiore a due anni. In ogni caso ci sono marchi costruttori che estendono la garanzia più a lungo. Gli stessi clienti, in occasione dell’acquisto, potrebbero aver pagato per dei pacchetti manutentivi o per un’estensione di garanzia che, quando la macchina viene posta in vendita, potrebbero risultare ancora attivi. Dato che i pacchetti manutentivi e la garanzia residua sono vincolati alla macchina, se questi sono presenti si può beneficiare di un valore aggiunto importante.

Brumbrum e l’acquisto di auto usate su Internet

Per trovare auto usate di qualità su Internet si può fare riferimento al sito brumbrum, che si presenta come un rivenditore online diretto: infatti tutti i modelli che vengono proposti sulla vetrina digitale del sito sono di proprietà di brumbrum. Per i potenziali clienti questo è un duplice vantaggio, sia perché si può usufruire di un rapporto qualità prezzo più vantaggioso, sia perché si ha a disposizione un servizio di assistenza completo. Brumbrum, per altro, permette di richiedere anche il noleggio a lungo termine.

Gli svantaggi di un chilometraggio troppo lungo

Per essere certi di portare a termine un buon affare occorre anche avere consapevolezza degli svantaggi correlati a una macchina che ha alle spalle un lungo chilometraggio. È chiaro, infatti, che un’auto che ha percorso molta strada ha segni di usura più consistenti sia negli interni che sulla carrozzeria. Quest’ultima potrebbe presentare dei graffi o delle vere e proprie ammaccature dovute all’impatto con il pietrisco, ai ripetuti lavaggi o agli urti tipici dei parcheggi.

I segni dell’usura

I segni dell’usura si possono ravvisare anche all’interno dell’abitacolo, e in particolare su tutti i punti che vengono utilizzati più spesso: per esempio il sedile del conducente, ma anche il volante, il pomello della leva del cambio, le maniglie delle porte, e così via. Una variabile significativa è rappresentata dal livello della macchina: i modelli di maggior prestigio e più costosi sono più resistenti rispetto all’usura perché i loro interni hanno una migliore fattura. Dal punto di vista della meccanica, più è alto il numero di chilometri e maggiore è la probabilità che presto ci sia bisogno di lavori di manutenzione straordinaria, o almeno di controlli. Tra le parti meccaniche che possono necessitare di una sostituzione vale la pena di menzionare l’olio del cambio automatico, le candele, le pastiglie dei freni e, quando la macchina non è a catena, la cinghia di distribuzione.

Perché scegliere una vettura con un chilometraggio inferiore

Se, invece, si decide di puntare su una macchina che ha percorso un numero minore di chilometri, pur avendo più anni, si può essere certi di avere a che fare con un modello migliore dal punto di vista estetico, sia per gli interni che per la carrozzeria. Ma un discorso simile si può estendere anche alla meccanica, che sarà meno usurata e, quindi, più giovane. Ovviamente molto dipende dal modo in cui l’auto è stata usata: per esempio i percorsi extraurbani comportano un’usura inferiore rispetto a quella che deriva dalla marcia a bassa velocità nel traffico.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo