In tendenza

L’Orchestra a plettro Città di Taormina per la prima volta a Palazzolo

Considerata una delle più antiche formazioni a plettro presenti in Italia, fondata agli inizi del Novecento, l’orchestra a plettro Città di Taormina possiede un vasto repertorio. Dalla musica originale per strumenti a plettro fino alle trascrizioni dal repertorio classico, sinfonico, operistico, popolare, della musica per film, fino ai classici della canzone siciliana e napoletana

È uno degli eventi più attesi della stagione concertistica dell’associazione culturale Mascagni. Per la prima volta a Palazzolo Acreide si esibirà l’orchestra a plettro Città di Taormina, in occasione del sesto appuntamento della stagione.

Considerata una delle più antiche formazioni a plettro presenti in Italia, fondata agli inizi del Novecento, l’orchestra a plettro Città di Taormina possiede un vasto repertorio. Dalla musica originale per strumenti a plettro fino alle trascrizioni dal repertorio classico, sinfonico, operistico, popolare, della musica per film, fino ai classici della canzone siciliana e napoletana.

L’Ensemble è composto da mandolini, mandole, mandoloncelli, chitarre e contrabbasso. In più di cento anni di storia, l’orchestra a plettro si è esibita in numerosi concerti in Italia e nel mondo e negli ultimi anni ha avviato prestigiose collaborazioni. Negli anni Sessanta, grazie all’intuizione del maestro Cosimo Aucello, nacque la prima scuola di mandolino e chitarra dell’orchestra. Da essa si sono formate e continuano a formarsi ancora oggi generazioni di musicisti.

Dal 2008 l’orchestra è diretta dal pianista Antonino Pellitteri. Diplomato in pianoforte al conservatorio “S. Cecilia” di Roma, ha frequentato i prestigiosi “corsi speciali” tenuti da Bruno Canino alla fondazione scuola di musica di fiesole, conseguendo il diploma di alto perfezionamento in musica da camera con pianoforte. Ha partecipato a numerosi concorsi nazionali ed internazionali ottenendo importanti riconoscimenti.

A esibirsi con l’Orchestra ci sarà anche il soprano e compositrice Francesca Adamo Sollima. Ha frequentato masterclass e corsi di perfezionamento dedicati alla tecnica vocale e al repertorio. Ha approfondito gli studi sulla lirica francese e la romanza da salotto italiana, nonché il repertorio rinascimentale e barocco, il Lied tedesco, il repertorio contemporaneo da camera e per voce sola. Dal 2010 costituisce un duo con la madre, Donatella Sollima, pianista e didatta del Conservatorio “Vincenzo Bellini” di Palermo, con la quale svolge un’intensa attività artistica in Italia e all’estero.

Il concerto, il sesto della stagione della Mascagni, è in programma nel cortile del Complesso Vaccaro giorno 8 agosto alle 20.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo