In tendenza

Mamme e papà insieme per una promessa fatta al figlio che non c’è più: “stop a degrado e incuria al Cimitero di Siracusa”

Un quadro sconfortante soprattutto per le famiglie che, di recente, hanno dovuto pagare il rinnovo dei loculi

Una scopa in mano, un dolore nel cuore, e una promessa fatta al figlio che non c’è più: garantire l’eterno riposo in un luogo dignitoso. Questo lo spirito di alcune mamme che, a turno, puliscono l’angolo davanti il loculo del proprio figlio, all’interno del cimitero di Siracusa, per mantenerlo pulito. Una promessa privata fatta al proprio caro per sostituire là dove il pubblico non arriva.

Questa la denuncia di Giacinto Avola, presidente dell’associazione Gli Angeli che, indica alcune delle criticità che attanagliano il cimitero: aree verdi poco curate, mastelli strabordanti di rifiuti, manto stradale spaccato, scale arrugginite, ascensori bloccati da oltre un anno (cosa che rende la vita difficile alle persone con disabilità fisica), bagni sprovvisti anche del sapone (in tempi di Covid), palazzine pericolanti, degrado e incuria.

Un quadro sconfortante soprattutto per le famiglie che, di recente, hanno dovuto pagare il rinnovo dei loculi. Una spesa che, per qualcuno, non è stata indifferente. Fattore, quest’ultimo, che ha fatto crescere ancora di più l’indignazione. QUI il video della denuncia


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo