MedFest 2008: Due Giorni di Cultura & Musica

L’anticipato appuntamento di quest’anno con uno degli eventi più gettonati della stagione estiva si è rivelato entusiasmante come sempre.
Il Medfest 2008, alla sua XIII edizione, si è svolto prima del previsto, nel weekend della settimana di Ferragosto. L’evento che ogni anno segna la fine ufficiosa della stagione estiva, stavolta ha avuto luogo tra il 16 ed il 17 agosto, incontrando una popolazione numerosa con oltre centomila presenze.
Buccheri per due giorni è tornata centinaia di anni indietro, facendo da sfondo ad uno scenario tipicamente medievale che conquista annualmente il massimo apprezzamento degli ospiti.
Giocolieri, trampolieri, maghi e donne “urlanti” hanno concretamente creato l’atmosfera di un borgo del Medioevo, che ben si amalgama con le tradizioni e la cultura siciliana.
Le viuzze invase dalla folla eterogenea e le bancarelle artigianali sparse ovunque hanno reso bene l’idea di una civiltà antica, un panorama d’altri tempi che si contrappone del tutto con gli scenari abituali del nuovo secolo.
Un evento che ha rappresentato un momento importante per l’economia ed il turismo del Comune di Buccheri e della Provincia di Siracusa.
“Il Medfest – ha detto il Presidente della Provincia, Nicola Bono rappresenta una tappa fondamentale nell’estate della nostra provincia. E’ un momento di aggregazione culturale che permetterà a tantissimi cittadini e visitatori di rivivere per due sere il Medioevo in Sicilia. La nostra provincia è carica di storia e di tradizioni. Dobbiamo puntare al Turismo culturale e il Medfest potrebbe essere un grande veicolo culturale”.
Tra i tanti artisti che hanno partecipato alla festa, da ricordare la splendida esibizione dell’Accademia dei Remoti, compagnia di teatro di strada e d’immagine che ha fatto rivivere figure ormai vive solo nell’immaginario delle favole come i menestrelli, i buffoni di corte, le fattucchiere.
Il programma del MedFest ha regalato anche momenti di pura espressione artistica con i ragazzi degli “ATMO” per la prima volta al Medfest, storica e straordinaria compagnia di acrobati su trampoli che hanno presentato lo spettacolo “FLAM”.
Per strada l’attenzione era puntata alla sfilata storica ed al gruppo dei Tamburi di Buccheri e Assisi che hanno accompagnato gli artisti per tutto il percorso.
A tenere con il naso all’insù i partecipanti del Medfest ci hanno pensato i giochi pirotecnici dei fratelli La Rosa che con i loro fuochi hanno illuminato l’ultima notte di festa.
Ma terminati a tarda sera gli spettacoli programmati, la manifestazione si è prolungata fino alle prime luci dell’alba, al suono dei numerosissimi tamburi che hanno reso ancora più calda l’atmosfera di festa. La scalinata sopra Piazza Fratti è stata totalmente coperta da un “tappeto” di giovani, che con percussioni e jambè ha animato le migliaia di persone presenti.
Stradine e vicoli di un borgo montano apparivano come grandi strade di una metropoli in miniatura, ambientata in un’altra epoca, offrendo uno spettacolo decorato dai fuochi d’artificio dell’ultima serata, che hanno incantato tutti, placando per alcuni minuti quel continuo pullulare che andava avanti da quasi quarantotto ore.
Il Sindaco di Buccheri, Gaetano Pavano, si è espresso con compiacimento per lo svolgimento di quest’ennesima edizione: “Sono soddisfatto – ha dichiarato – innanzitutto per come si è svolto il Medfest. Un grazie ai miei concittadini per l’accoglienza e per aver aperto le proprie case agli ospiti e ai turisti. L’edizione del Medfest 2008 ha permesso di rilanciare l’immagine della nostra piccola Buccheri. Abbiamo cercato di far rivivere, con grande sacrificio, il Medioevo in Sicilia, mantenendo alta la tradizione e la cultura del Medioevo. Un grazie a quanti a tutti i livelli si sono impegnanti per mantenere la sicurezza dei turisti e visitatori arrivati in questi due giorni”.
Ospite d’eccezione il critico d’arte Vittorio Sgarbi, sindaco di Salemi, che ha sottolineato la bravura degli artisti e ringraziato il sindaco Pavano e l’assessore Nigro per l’ospitalità.
“Il Medfest di Buccheri – ha detto Sgarbi – è un appuntamento da non mancare durante l’estate. E’ diventata una manifestazione di altissimo impegno culturale nel far rivivere quell’atmosfera medievale di una Sicilia carica di storia e di cultura. Questa manifestazione dovrà essere inserita tra gli eventi di un certo rilievo della Regione siciliana. Un grazie va al sindaco Gaetano Pavano e all’Assessore al Turismo Liliana Nigro che in un momento di grande crisi economica hanno voluto fortemente questa manifestazione”.
 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo