Melilli, ai domiciliari riceveva “visite” di pregiudicati: in carcere

In particolare nel domicilio di Montagno Bozzone più volte si notava la presenza di pregiudicati per cui, su segnalazioni della Stazione di Villasmundo, l’Autorità giudiziaria etnea disponeva, per il 29enne, la custodia in carcere

I Carabinieri della Stazione di Villasmundo hanno dato esecuzione ad un’Ordinanza della Corte di Appello di Catania che disponeva la sostituzione della misura cautelare degli arresti domiciliari, con quella della detenzione in carcere, nei confronti di Antonino Montagno Bozzone, 29enne pregiudicato, il tutto riferito al reato di rissa commesso in Villasmundo nel giorno di capodanno 2019.

Dai controlli, cui era sottoposto l’arrestato, che venivano effettuati dai Carabinieri della Compagnia di Augusta, si registravano diverse violazioni delle prescrizioni imposte dall’Autorità giudiziaria. In particolare nel domicilio di Montagno Bozzone più volte si notava la presenza di pregiudicati per cui, su segnalazioni della Stazione di Villasmundo, l’Autorità giudiziaria etnea disponeva, per il 29enne, la custodia in carcere.

Dopo le formalità di rito l’arrestato è stato trasferito dalla propria residenza di Villasmundo alla Casa Circondariale Cavadonna di Siracusa.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo