In tendenza

Melilli, botta e risposta tra opposizione e sindaco sul servizio Asacom

"Il servizio Asacom verrà sospeso solo per un giorno e che riprenderà normalmente a partire da martedì 20 aprile”

“Quanto accaduto a Melilli, con l’annuncio da parte dell’amministrazione comunale dello stop al servizio di integrazione scolastica degli alunni disabili è frutto di una grave superficialità del Primo cittadino. Con un accordo ancora in essere con la Cooperativa erogatrice del servizio fino al 16 aprile, piuttosto che chiedere una proroga – come già fatto in precedenza con il medesimo soggetto – nelle more di perfezionare una procedura per un nuovo affidamento dell’incarico, ha preferito fare di testa sua. Ha preferito infatti ricorrere al Mepa, il mercato elettronico della Pubblica Amministrazione, per affidare temporaneamente l’incarico a una Cooperativa, tramite sorteggio. Ciò che contestiamo è l’inopportuna scelta che di fatto, aumenta la burocrazia, a discapito dei più fragili e delle loro famiglie, che non sono pedine di una scacchiera, da spostare a proprio piacimento. Le procedure per l’assistenza scolastica, rispetto a quella domiciliare, sono diverse. Quest’ultima segue un regolamento che dall’accreditamento adesso prevede un bando di gara per l’aggiudicazione dei servizi.La scuola invece segue un regolamento distrettuale che utilizza ad oggi come criterio l’accreditamento. Il sindaco quindi ha scelto di testa sua, senza attenersi a tale regolamento. E sia chiaro, chi subentra a seguito del ricorso al Mepa, ha necessità di tempo per regolamentare le procedure e i propri dipendenti per lo svolgimento di tali mansioni. Buon senso impone che per evitare tale disdicevole situazione – nell’attesa che le procedure del bando di gara si fossero concluse – la soluzione migliore richiedeva una proroga del servizio alla Cooperativa che già lo aveva in gestione. L’annuncio della sospensione immediata di un servizio essenziale come questo è da imputare solo a casi di disservizio da parte della Cooperativa affidataria, non per un capriccio del sindaco. Purtroppo invece, ormai non si contano più gli strafalcioni procedurali di tale Amministrazione, che più che pensare ai cittadini, specie quelli più deboli, è distratta da altro, dimostrando nei fatti una grave inadeguatezza”. Lo affermano in una nota congiunta la deputata regionale di Forza Italia, nonché consigliere comunale a Melilli, Daniela Ternullo, Salvo Cannata del gruppo misto, oltre a Pippo Sorbello, Concetta Quadarella e Pierfrancesco Scollo, consiglieri comunali della lista civica Ritorniamo al futuro.

Immediata la replica del sindaco di Melilli, Giuseppe Carta: “vorrei ricordare ai consiglieri comunali più distratti che utilizzare il Mepa, mercato elettronico della pubblica amministrazione, sorteggiare i soggetti e affidare i servizi in rotazione sono tutti passaggi richiesti dalla legge. Questa amministrazione, in discontinuità con quanto avvenuto in passato, non andrà mai contro le regole e in difformità con quanto previsto dal Codice degli Appalti, come stabilito con preciso indirizzo politico dal Consiglio comunale di Melilli. Inoltre, vorrei far notare ai consiglieri distratti, che questo procedimento nulla ha a che fare con l’accreditamento distrettuale in quanto i fondi economici sono solo comunali. L’attacco nei miei confronti suona dunque strumentale e completamente sconnesso dalla realtà dei fatti. Invito l’opposizione a prestare maggiore attenzione prima di lanciarsi in dichiarazioni superficiali e scorrette. Appare evidente come iniziative di questo tipo oltre a disinformare e allarmare i cittadini, non trovano riscontro nemmeno in tutto il gruppo di opposizione, dato che non capiamo perché il consigliere Miceli non ha firmato il comunicato d’accusa e addirittura il Consigliere Pierfrancesco Scollo ha voluto precisare di essere stato inserito tra i firmatari senza essere stato avvertito. Colgo l’occasione per rinnovare la mia fiducia negli uffici comunali, e ringraziare la dottoressa Laganà e l’assessore alle politiche sociali, Arcangela Albanese per aver ridato dignità e legalità ad un servizio affidato in proroga per troppi anni. Tengo a precisare che come già comunicato in precedenza, il servizio Asacom verrà sospeso solo per un giorno e che riprenderà normalmente a partire da martedì 20 aprile”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo