fbpx

Melilli, eletti i presidenti e i vice presidenti delle commissioni consiliari

Si è svolta martedi scorso la riunione dei consiglieri comunali di Melilli convocati dal Presidente Salvo Cannata per eleggere i Presidenti e i vicepresidenti delle commissioni consiliari permanenti.

Di seguito i nominativi: Gigliuto e Miceli rispettivamente presidente e vice presidente della 1a commissione che si occupa di Urbanistica, Lavori Pubblici, Edilizia popolare, regolamenti nelle materie di competenza.

Valenti e Riggio rispettivamente presidente e vice presidente della 2a commissione che si occupa di Territorio, Lavoro, Sviluppo Economico, Pubblica Istruzione, Biblioteca e regolamenti nelle materie di competenze.

Coco e Cutrona rispettivamente presidente e vice presidente della 3a commissione che si occupa di Bilancio,, Finanze, Tributi, Annona, Pari Opportunità, Personale, Beni Culturali e regolamenti nelle materie di competenze.

Miceli e Bafumi rispettivamente presidente e vice presidente della 4a commissione che si occupa di Affari Generali, servizi demografici, Politiche Giovanili, Sport. Spettacolo e Turismo, Solidarietà Sociale e regolamenti nelle materie di competenze.

Bafumi e Mangiafico rispettivamente presidente e vice presidente della 5a commissione che si occupa di Protezione Civile , Ambiente ed Ecologia, Industria, Agricoltura, Artigianato Commercio, Decentramento, Trasporti, Sanità e regolamenti nelle materie di competenze.

Presenti alla riunione, il capogruppo di maggioranza Nuccio Scollo e il capogruppo di minoranza Salvo Sbona. I consiglieri di minoranza facenti parte delle cinque commissioni sono rispettivamente: Caruso e Sorbello per la 1a commissione; Quadarella e Scollo per la 2a commissione; Caruso e Sorbello per la 3a commissione; Quadarella e Sbona per la 4a commissione; Sbona e Scollo  per la 5a commissione.

Il sindaco Giuseppe Carta si dice soddisfatto e augura a tutti un buon lavoro. “Si tratta – dice – di un passaggio preliminare necessario affinché i consiglieri possano cominciare a lavorare e produrre atti a supporto di argomenti che verranno poi vagliati in Consiglio Comunale. Soddisfatto anche del fatto che i consiglieri di minoranza possano lavorare democraticamente avanzando proposte e suggerimenti che arricchiscono l’azione amministrativa che questo governo vuole portare avanti in modo trasparente.”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo