Melilli: Minacce al responsabile del nucleo di Polizia ambientale. Indagini in corso delle autorità

Comune di Melilli su lettera minatoria indirizzata al Professor Daniel Amato, responsabile del Nucleo di polizia ambientale:

“Le amministrazioni comunali che hanno governato la Città di Melilli in questi ultimi dieci anni hanno posto particolare attenzione sulla tematica ambientale. E’ noto che Melilli è stato individuato tra i Comuni ad elevato rischio di crisi ambientale. Un duro macigno che grava sul nostro territorio, sulla popolazione residente, costretta a vivere l’incubo delle emissioni in atmosfera, e sull’Amministrazione del Comune, obbligata a fare i conti con l’inquinamento ed i relativi costi della salute.

La gestione, la prevenzione e la repressione dei rischi ambientali, in ambito amministrativo, civile e penale, sono state ritenute dall’Amministrazione Comunale di primaria importanza.  Da qui la scelta di intraprendere idonee iniziative a difesa del territorio e della salute pubblica. Tra queste ritroviamo l’istituzione del Nucleo di Polizia Ambientale e di Vigilanza e l’istituzione dell’Ufficio Speciale Ambiente, di cui fanno parte alcuni dipendenti del Comune di Melilli, specializzati nel settore, ed un professionista esterno, Daniel Amato, che riveste la qualifica di Responsabile Tecnico Giuridico.

L’organizzazione del Servizio decolla nel 2011, con l’istituzione del “Centro Internazionale di Studi e Ricerche ”. Tra i compiti affidati al team operativo ritroviamo la vigilanza ambientale, quella eco-zoofila e delle aree commerciali, nonché la vigilanza nei settori dell’ ecologia e della gestione e trattamento delle acque. “Probabilmente l’attività del gruppo ha dato fastidio a qualcuno”. Lo afferma Daniel Amato, che ha ragione di credere di avere toccato qualche punto strategico nel corso della sua attività di indagine, individuazione e soppressione degli illeciti ambientali.

Ieri mattina il segnale tangibile attraverso un messaggio minatorio rinvenuto dallo stesso Amato al suo ingresso nell’ufficio comunale di Polizia Ambientale. Espressioni dure che chiaramente invitano Amato a non svolgere più l’attività assegnatagli dall’Amministrazione Comunale di Melilli.  Dei fatti è stata informata l’Autorità Giudiziaria competente. Ampia solidarietà al professionista è stata espressa dal Sindaco Pippo Cannata e dal Presidente del Consiglio Pippo Sorbello, che ripongono la massima fiducia sull’operato degli inquirenti preposti per fare luce sul caso.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo