In tendenza

Melilli, Pippo Sorbello si candida a sindaco col sostegno di Gianni, Gennuso e Ternullo, ma si apre un nuovo “caso” in Forza Italia |Miccichè prova a fare da paciere

Il commissario provinciale del partito, l’ex senatore Bruno Alicata, visto l’espresso sostegno della parlamentare (in contrasto con le scelte del partito che invece appoggia il sindaco uscente, Giuseppe Carta) ha deciso di “destituire” la Ternullo dalla carica di commissario cittadino di Melilli

Pippo Sorbello prova nuovamente la corsa a sindaco di Melilli. L’ex deputato regionale all’Ars e già sindaco del comune industriale (dal 2002 al 2012) per questa nuova tornata amministrativa sfiderà il primo cittadino uscente, Giuseppe Carta. Sorbello ha aperto ufficialmente la campagna elettorale nel suo comitato, alla presenza di tanti sostenitori e alcuni pezzi da novanta. Al suo fianco, infatti, erano presenti il sindaco di Priolo Gargallo, Pippo Gianni, l’ex deputato regionale all’Ars Giuseppe Gennuso, il consigliere comunale Fabio La Ferla e l’attuale parlamentare regionale di Forza Italia Daniela Ternullo.

Proprio la presenza di quest’ultima ha riaperto le frizioni all’interno degli azzurri. Il commissario provinciale del partito, l’ex senatore Bruno Alicata, visto l’espresso sostegno della parlamentare (in contrasto con le scelte del partito che invece appoggia il sindaco uscente, Giuseppe Carta) ha deciso di “destituire” la Ternullo dalla carica di commissario cittadino di Melilli.

Avevamo già chiarito, in occasione di una precedente intemerata della Ternullo – dice Alicata -, a proposito del candidato sindaco di Avola, che non sarebbe stato tollerato sostenere candidati diversi da quelli ufficiali, in occasione della prossima tornata elettorale amministrativa. L’appoggio politico oggi ufficializzato dall’onorevoe Daniela Ternullo a altro candidato, pone la stessa in aperto contrasto con le indicazioni del partito. Pertanto, essendo venuto meno il rapporto fiduciario sin qui intercorso, la suddetta non può continuare a ricoprire il ruolo”.

Un po’ come sta accadendo per Palermo, anche nella piccola Melilli i destini (e le candidature) delle amministrative si incrociano con quelli delle Regionali. E in Forza Italia le fibrillazioni sembrano sempre più forti.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo