Melilli, revocate le misure cautelari all’imprenditore Franchino

La scorsa settimana il giudice delle indagini preliminari ha stabilito la cessata esigenza della misura cautelare nei confronti dell'indagato, tenuto conto del tempo trascorso dall'applicazione della misura e dalle condizioni personali dell'imprenditore

Il Gip del Tribunale di Siracusa, Carmen Scapellato ha revocato la misura cautelare dell’interdizione dall’esercizio della professione nei confronti di Sebastiano Franchino, imprenditore di 40 anni finito al centro dell’operazione “Muddica” nel comune di Melilli.

Franchino è accusato di concorso in falso ideologico e abuso d’ufficio poichè a detta della Procura avrebbe ottenuto lavori di diserbo di alcune aree comunali attraverso false attestazioni del sindaco di Melilli, Giuseppe Carta. La scorsa settimana il giudice delle indagini preliminari ha stabilito la cessata esigenza della misura cautelare nei confronti dell’indagato, tenuto conto del tempo trascorso dall’applicazione della misura e dalle condizioni personali dell’imprenditore.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo