fbpx

Melilli, ripulita un’area al confine con la Riserva naturale integrale Grotta Palombara

L’attività, fortemente voluta e coordinata dal direttore dell’area protetta, Fabio Branca, è stata realizzata mercoledì scorso grazie alla preziosa collaborazione tra l’ente gestore della riserva e il Comune di Melilli

Un intervento di recupero rifiuti abbandonati in un’area al confine con la zona “B” della Riserva naturale integrale “Grotta Palombara” di Melilli, l’area protetta gestita dal centro di ricerca Cutgana dell’Università di Catania diretto da Giovanni Signorello.

L’attività, fortemente voluta e coordinata dal direttore dell’area protetta, Fabio Branca, è stata realizzata mercoledì scorso grazie alla preziosa collaborazione tra l’ente gestore della riserva e il Comune di Melilli.

In particolar modo il vice-sindaco e assessore all’Ecologia, Guido Marino, al fine di preservare e tutelare i siti naturalistici del Comune di Melilli, si è adoperato in tempi brevi per la buona riuscita dell’iniziativa. I rifiuti sono stati prelevati dalla Igm Rifiuti Industriali per il conferimento in discarica.  Alle attività hanno partecipato anche Sandro Privitera e Renzo Ientile del centro di ricerca Cutgana.

Fabio Branca, direttore della riserva naturale, spiega che “al fine di evitare che queste iniziative siano fini a se stesse, per preservare il territorio e in particolare i siti naturalistici, scrigno di bio-geodiversità, occorre la collaborazione di tutti attraverso il rispetto della raccolta differenziata e della tempestiva segnalazione di eventuali infrazioni agli enti competenti e organi di polizia“.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo