Melilli, sacchi di plastica e batterie non a norma: sequestri e sanzioni per oltre 130 mila euro

Sequestrati 1.951 sacchetti di plastica non a norma e di 1.200 batterie a un grande magazzino gestito da cinesi

Nel corso della mattinata, i Carabinieri della Stazione di Priolo Gargallo, congiuntamente alla Polizia Municipale del Comune di Melilli, hanno effettuato una serie di controlli amministrativi agli esercizi di vendita al dettaglio che insistono in un noto parco commerciale di contrada Spalla, finalizzati alla prevenzione e alla verifica del rispetto della normativa in materia ambientale.

Nello specifico, dagli accertamenti effettuati presso un esercizio commerciale operante nel settore dell’abbigliamento e degli articoli per la casa, sono state riscontrate irregolarità che hanno portato alla contestazione di illeciti amministrativi per diverse migliaia di euro.

I Carabinieri e gli Agenti della Polizia Municipale hanno infatti rinvenuto e sequestrato 1.235 pile di varia tipologia e potenza privi della simbologia prevista dalla legge nonché 11.950 sacchetti in plastica per la spesa non opportunamente etichettati.    

I sacchetti in plastica infatti, devono presentare un logo di conformità ed evidenziare determinate caratteristiche a norma di legge, con dei quantitativi minimi variabili tra il 10% e il 30% di plastica proveniente da riciclo. Le irregolarità accertate, hanno determinato l’applicazione di sanzioni amministrative rispettivamente di 123.500 euro e di 10.400 euro, nonché il sequestro della merce non a norma di legge.  

Ulteriori accertamenti sono in corso per accertare la provenienza delle pile e dei sacchetti irregolari.

“’È il primo sequestro di questo tipo nella provincia di Siracusa – spiega il sindaco Giuseppe Carta – Noi crediamo fermamente nella tutela dell’ambiente, che va difeso con ogni mezzo a nostra disposizione”. 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo