Sono 1.110 i nuovi positivi al Covid in Sicilia, 162 in provincia di Siracusa

In tendenza

Melilli scelta tra i punti di riferimento strategici per la somministrazione del vaccino anti Covid

La location individuata è quella del Poliambulatorio di Melilli, struttura ritenuta idonea allo scopo

Il Comune di Melilli è stato individuato tra i cinque punti di riferimento della Sicilia Orientale dove è possibile somministrare il vaccino di prevenzione al Covid-19“. Lo comunica il sindaco Giuseppe Carta, grato all’Asp per l’attenzione riposta nei confronti del nostro territorio. L’iniziativa rappresenta uno dei punti fondamentali del piano strategico per la vaccinazione anti-Sars-Cov-2/Covid-19 emanato dal ministro della Salute Roberto Speranza. Difatti individuare la logistica è determinante per dare attuazione alle linee guida del Piano.

Sappiamo tutti – afferma Carta – che l’obiettivo della campagna di vaccinazione della popolazione è quello di prevenire le morti da Covid-19 e raggiungere al più presto l’immunità di gregge per il Sars-CoV2. Di vitale importanza, quindi, dare seguito a detto notevole progetto sanitario.”

In linea con quanto disposto dalle direttive ministeriali il sindaco invita quindi la popolazione a sottoporsi a tale rilevante strumento di prevenzione. “Cominciamo con il personale docente – spiega – e, a seguire, sarà data priorità al personale Ata delle scuole, che, seguendo la procedura, dovrà prenotarsi accedendo al portale della Regione Sicilia. La location individuata è quella del Poliambulatorio di Melilli, struttura ritenuta idonea allo scopo.

Il Poliambulatorio di Melilli, a molti noto come “Ospedaletto”, come annunciato dal primo cittadino, a breve diventerà ancora più funzionale e centrale sia per la prevenzione sanitaria nei diversi ambiti applicativi, come il caso del Covid, sia per quella specifica di natura oncologica. “Obiettivo di questa amministrazione – prosegue il sindaco – è, difatti, ottenere le autorizzazioni utili ad avviare laboratori di screening mirati a contrastare le malattie tumorali, che destano parecchie preoccupazioni”.

Carta conclude riferendo di essere “lieto e orgoglioso della consapevolezza che il nostro Comune rientri tra i punti strategici della macchina sanitaria messa in moto per contrastare il dilagarsi del Covid. Attendiamo che sia estesa a tutti la possibilità di sottoporsi alla vaccinazione, determinante per il futuro di questa nazione, soprattutto per quanto attiene la salute della popolazione. Preme sottolineare i ringraziamenti doverosi rivolti alle Autorità sanitarie e distrettuali dell’Asp”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo