Melilli: Strappano il manifesto elettorale dell’On. Vinciullo e lui tuona “Non mi farò intimidire da nessuno”

Comunicato di Vincenzo Vinciullo, Vice Presidente Commissione “Affari Istituzionali” all’Ars, in merito ad un accaduto che lo riguarda da vicino:

“Ieri mattina mi sono recato in Questura per denunciare un episodio che io ritengo gravissimo, accaduto, la scorsa notte, a Melilli dove un mio manifesto è stato strappato e reso in parte illeggibile. Lo comunica l’On. Vincenzo Vinciullo, Vice Presidente della Commissione “Affari Istituzionali” all’ARS.

Se anche quest’anno, a Melilli – ha continuato l’On. Vinciullo – si vuole iniziare ad esasperare i toni e ad intimidire i candidati, sappiano che non sarò disposto a sopportare quanto è accaduto nelle scorse elezioni regionali, dove, ai giovani attivisti del mio Partito, è stato, perfino, impedito, di fare il volantinaggio.
Questo episodio – ha precisato l’On. Vinciullo – fa seguito a un altro, quasi simile, successo a Rosolini la scorsa settimana, dove, però, i danni al cartellone sono stati minori rispetto a oggi.

Con la denuncia presentata ieri mattina – ha concluso l’On. Vinciullo – intendo, fin da adesso, fare sapere a tutti, in maniera chiara e netta, che non sono disposto a sopportare o accettare intimidazioni in questa Campagna Elettorale. Nello stesso tempo, con la stessa fermezza, faccio appello, a tutti i candidati, a non esasperare lo scontro e a tenere un comportamento consono al momento difficile che sta attraversando in nostro Paese.”

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo