In tendenza

Miccichè lancia la candidatura della Prestigiacomo alla presidenza della Regione: “è il nome migliore per il centrodestra”

"Non c'è dubbio però che questo tavolo del centrodestra debba farsi velocemente e da cui spero possa uscire fuori proprio il nome della Prestigiacomo"  ha ribadito Miccichè

La Prestigiacomo a mio avviso rimane la candidata migliore, ma non sono uno che impone”. Lo ha detto il presidente dell’Ars Gianfranco Miccicché incontrando i giornalisti dell’associazione stampa parlamentare per la tradizionale “cerimonia del ventaglio” prima della pausa estiva a Palazzo dei Normanni e riferendosi alle prossime elezioni per la presidenza della Regione. Il nome dell’ex ministro dell’Ambiente circola già da tempo, anche se la stessa – seppur mai ufficialmente – pare abbia al momento declinato la proposta. Certo è che oggi, all’indomani della “transumanza” di molti pezzi grossi degli “azzurri” (Gelmini, Carfagna e Brunetta su tutti), il nome della Prestigiacomo è tra i più forti e i più spendibili all’interno del partito. Resterà quindi da capire se Berlusconi vorrà una sua fedelissima nuovamente in Parlamento o se preferirà impiegarla nella competizione regionale contro un’altra donna, Caterina Chinnici, risultata vincitrice delle presidenziali del centrosinistra. O di ciò che ne resta.

Intanto però il presidente dell’Assemblea regionale lancia un assist in favore della Prestigiacomo. “Non c’è dubbio però che questo tavolo del centrodestra debba farsi velocemente e da cui spero possa uscire fuori proprio il nome della Prestigiacomo – ha ribadito -. Ma non ho veti nei confronti di nessuno: ad esempio se fosse Alessandro Pagano il candidato questo mi garantirebbe la presidenza dell’Ars, ma tra i nomi fatti fino ad oggi non credo ce ne sia qualcuno altro che abbia più chance della Prestigiacomo. A me non piace imporre niente – ha concluso -, però se qualcuno dovesse rifiutarsi di sedersi attorno a un tavolo vuol dire che c’è un problema diverso dal nome del candidato”.

“Se dovessero verificarsi le dimissioni di Musumeci e lo stesso giorno non si dovesse riunire il tavolo del centrodestra, io l’indomani parto con la campagna elettorale candidando la Prestigiacomo perché il tempo sarebbe scaduto”, ha aggiunto. “La nostra proposta di candidatura di Stefania Prestigiacomo è assolutamente autorevole – ha ribadito -. Una persona di grandissima esperienza, è stata due volte ministra, imprenditrice e ha una capacità e conoscenze internazionali che servono al presidente della Regione. Ci punto molto, ma non sono uno che impone e pretende. Se c’è un candidato migliore parliamone, altrimenti nel giro di pochissimi giorni avremo la conferma ufficiale”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo