In tendenza

Minorenne, si finge un cliente e rapina, ferendolo gravemente, il rider di una pizzeria ad Avola

Al povero fattorino, i sanitari del nosocomio avolese hanno dato più di 50 punti di sutura in varie parti del corpo

Grave episodio accaduto nella serata di sabato scorso cui è rimasto vittima un giovane “rider” di una nota pizzeria del centro storico avolese. Un minore di 16 anni ha pensato di rapinare il fattorino della pizzeria ordinando una consegna a domicilio presso la stazione ferroviaria di Avola.

Passate da poco le 22.30 il rider giungeva in Piazza Regina Margherita e, appena entrato all’interno della stazione, veniva aggredito alle spalle da un giovane armato di coltello e con il viso travisato da un passamontagna. La vittima reagiva all’aggressione portata dal rapinatore che voleva impossessarsi dei ricavi delle consegne e, nel corso colluttazione, subiva numerose coltellate agli arti prima che l’aggressore fuggisse.

Le immediate indagini, svolte dagli uomini del Commissariato di Avola, hanno consentito l’individuazione del rapinatore, attesa la circostanza che quest’ultimo, un minore di 16 anni, avolese, aveva telefonato con il cellulare della propria madre, persona già conosciuta alle forze di polizia, alla pizzeria per perpetrare la rapina ai danni del fattorino.

Al povero fattorino, i sanitari del nosocomio avolese hanno dato più di 50 punti di sutura in varie parti del corpo. A casa del denunciato, gli investigatori hanno rinvenuto il passamontagna utilizzato dal giovane rapinatore e il telefono cellulare dal quale è stata fatta la telefonata per organizzare la rapina.

Al termine delle indagini, rintracciato il minore nella propria abitazione, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente, è stato denunciato per tentata rapina e lesioni personali aggravate.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo