In tendenza

“Movida insostenibile” a Floridia, oltre 100 residenti presentano un esposto

Musica ad alto volume, auto in sosta vietata nei passi carrabili, schiamazzi e sporcizia: sono alcune delle criticità sollevate dai residenti nell'esposto

Musica ad alto volume, auto in sosta vietata nei passi carrabili, schiamazzi e sporcizia. Sono alcune delle criticità che più di 100 persone, tutte residenti a Floridia e che si definiscono “Vittime della Movia Floridiana” hanno presentato a metà dicembre in un esposto per contestare il “disturbo quiete pubblica perpetrato nelle zone Taverna e Stazione”.

La denuncia presentata a sindaco, Carabinieri, Asl, Questura, Prefettura e Arpa, punta sul fatto che nelle ore serali e notturne, le aree interessate (Taverna e Stazione) si trasformerebbero in disco-pub, “organizzando eventi musicali quali dj set – si legge nell’esposto -, concerti live, karaoke, nella completa violazione di tutti i regolamenti e ordinanze comunali, insieme alle leggi e ai decreti regionali e nazionali in materia della quiete pubblica e contrasto all’inquinamento acustico”.

I residenti specificano come più volte, anche attraverso segnalazioni, si sia confidato nel “buonsenso”, ma a oggi nessuna azione risolutiva in tal senso sarebbe stata intrapresa dagli organi preposti.

Al contrario – lamentano i firmatari dell’esposto – l’amministrazione continua a rilasciare autorizzazioni, anche in deroga, nonostante la consapevolezza di non poter garantire i necessari controlli”. Nel documento, articolato e con dovizia di particolari sul disagio subito, i residenti evidenziano una serie di presunte violazioni, come l’installazione di sistemi di diffusione acustica esterni fissi, il superamento dei limiti di emissione acustica, il mancato rispetto degli orari, schiamazzi e l’abbandono di rifiuti nelle zone limitrofe dei locali da parte degli avventori.

Per questo i residenti chiedono all’amministrazione comunale di intervenire per arginare questi fenomeni, adottando provvedimenti e azioni urgenti come la riduzione delle autorizzazioni per l’organizzazione di eventi musicali, una campagna di monitoraggio con Arpa per la verifica dei limiti di immissione sonora nei pressi delle abitazioni e la presenza della Municipale per un maggiore controllo.

Il mancato risolutivo intervento da parte dell’amministrazione comunale – conclude il comitato “Vittime della Movida Floridiana” – costringerà gli scriventi ad adire le vie legali per ottenere dal Comune il risarcimento dei danni subiti”.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni