Noto, una busta contenente un proiettile indirizzata al sacerdote ortodosso Corrado Puliatti

Nella lettera, recapitatagli mercoledì mattina, Puliatti viene insultato (ce n'è pure uno rivolto al giornalista Paolo Borrometi)

Minacce di morte al prete ortodosso Corrado Puliatti. È il contenuto di una lettera recapitata ieri mattina a Corrado Puliatti, con all’interno in un foglio A4 scritto a stampatello e un proiettile calibro 7. Busta, foglio e proiettile sono già stati sequestrati ed adesso toccherà alla Polizia, a cui Puliatti ha già denunciato tutto, fare luce sull’episodio inquietante.

Non è la prima volta che Puliatti è vittima di episodi del genere: tra il 2017 e il 2018 è stato prima minacciato con un coltello e poi alcune bombole hanno preso a fuoco misteriosamente nei pressi di una sua abitazione. Da anni conduce un’attività di sensibilizzazione in difesa delle donne vittime di violenza domestica e non è escluso che le minacce possano essere dovute a questo suo impegno sociale che lo ha portato a vivere sotto protezione.

Nella lettera, recapitatagli mercoledì mattina, Puliatti viene insultato (ce n’è pure uno rivolto al giornalista Paolo Borrometi), definito “parrinu di me@@a” e invitato a non “nominare uomini d’onore”. Poi le minacce: “farai la fine do succi” e “ti uccideremo presto, vardati le spalle”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo