In tendenza

Nuova sede zonale Uil a Rosolini

Il taglio del nastro della struttura di via Calatafimi nei pressi della centrale piazza Garibaldi è avvenuto alla presenza del segretario regionale Uil Sicilia, Claudio Barone

Nuova sede zonale Uil a Rosolini. Il taglio del nastro della struttura di via Calatafimi nei pressi della centrale piazza Garibaldi è avvenuto alla presenza del segretario regionale Uil Sicilia, Claudio Barone, del segretario organizzativo Uil Sicilia con delega ai territori di Siracusa, Ragusa e Gela, Luisella Lionti e del responsabile di zona, Vincenzo Calvo.

“È un momento importante per la nostra organizzazione ed Enzo Calvo è un punto di riferimento per Rosolini – ha detto Lionti -. Questa può diventare la casa di tutti coloro i quali avessero bisogno della Uil, perché è un periodo difficile per tanti che hanno perso i posti di lavoro. Ma non solo, perché i servizi sono sempre tanti e molteplici. Speriamo che si possa cominciare a parlare di politiche del lavoro e non di assistenzialismo, perché i nostri giovani si meritano il lavoro vero, quello per il quale hanno studiato e che spesso costringe loro ad emigrare al nord. Loro sono la risorsa per la nostra isola e per un territorio come questo che è meraviglioso e che deve vivere non solo di turismo tre o quattro mesi l’anno ma proprio di risorse umane”.

“Tenere a battesimo questa nuova struttura Uil in questa piazza bellissima è molto significativo – ha aggiunto Barone – Anche la sede messa su all’interno di un palazzo fantastico è frutto di un ottimo lavoro. Ma sappiamo che una casa non è fatta però solo dalle mura e dalla topografia ma dalle persone che ci stanno dentro e questa è una grande famiglia. Il nostro gruppo dirigente è orgoglioso di tutti voi, perché è un gruppo riconosciuto da tutti e dalle istituzioni. Possiamo dire con una punta di orgoglio che tendiamo a essere insieme con le persone di buona volontà nel cercare di fare le cose per bene nel lavoro quotidiano e in prospettiva. Dobbiamo mettere insieme e valorizzare quanto di buono fatto. La Uil ha una bellissima storia fatta di sacrifici individuali che vanno unificati perché fare squadra è la vera forza”.

Enzo Calvo ha ringraziato tutti e aggiunto: “Questa sede è importante perché una nuova realtà locale sarà punto di riferimento per il territorio. Una sede che prima era un po’ azzoppata e non poteva rappresentare il giusto punto di riferimento. Rosolini lo merita perché ha dimostrato che c’è bisogno di risposte ai cittadini su problematiche varie. Gli uffici dove le persone si rivolgevano per qualsiasi criticità non erano sufficienti, quindi avere patronato e Caf molto efficienti rappresenterà un ulteriore momento di crescita di tutta l’organizzazione”.

La benedizione della struttura e il taglio del nastro è avvenuta con Luisella Lionti e don Luigi Vizzini, parroco della Chiesa Madre San Giuseppe di Rosolini.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo