In tendenza

Nuovo ospedale di Siracusa: conclusa la verifica sullo studio di fattibilità tecnica ed economica

Prossimi step: trenta giorni per le osservazioni dei proprietari delle aree, conferenza servizi e richiesta approvazione del progetto in variante urbanistica

Con decreto 14 del 30 dicembre 2021, il Commissario per la realizzazione del nuovo ospedale di Siracusa, Prefetto Giusi Scaduto, ha preso atto dell’esito favorevole della verifica da parte della RIina Check srl sugli elaborati progettuali presentati lo scorso 4 dicembre dal Raggruppamento Temporaneo di Professionisti (RTP) – vincitore del Concorso di idee, con mandatario lo studio Plicchi di Bologna (disponibile in consultazione sul sito https://nos.ospedale.siracusa.it/2021/12/31/).

Prima di procedere alla richiesta all’Assessorato regionale del territorio e dell’ambiente di approvazione del progetto in variante urbanistica occorrerà aspettare il termine di trenta giorni per le osservazioni dei proprietari delle aree da espropriare e successivamente acquisire i pareri, visti e nulla osta delle Amministrazioni che la legislazione vigente individua come  obbligatori.

Quest’ultima fase, grazie alle deroghe consentite al Commissario, avrà termini ridotti, pure sulla base delle positive interlocuzioni da tempo avviate sul percorso attuativo con i vari Uffici che hanno sempre mostrato massima, leale collaborazione e i cui contributi sono stati recepiti nello sviluppo della progettazione.

La possibilità di corredare la richiesta del progetto in variante urbanistica della documentazione essenziale e completa in ogni sua parte, consentirà allo stesso Assessorato di chiudere la propria istruttoria in tempi rapidi, in linea con l’urgenza riconosciuta dal legislatore all’obiettivo di dotare Siracusa di un DEA di 2° livello, tiene a sottolineare il Prefetto che ricoprirà l’incarico di Commissario per un ulteriore anno, come previsto dal decreto del Presidente del Consiglio del 16.11.2021, adottato d’intesa con il Presidente della Regione.

Ringrazio – ha concluso il Prefetto – i Governi nazionale e regionale per la fiducia ancora una volta accordatami ed, in particolare, il Presidente Musumeci per avere consentito che la Regione anticipasse i fondi necessari per la progettazione dell’opera, non disponendo il Commissario di risorse proprie”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo