In tendenza

Oltre 3 milioni di telespettatori su Rai1 per “Meraviglie, la penisola dei tesori”: Siracusa protagonista con Ortigia e parco archeologico

Ospiti d’eccezione per raccontare i propri ricordi in queste terre di Sicilia sono stati i comici Ficarra e Picone, che al teatro Greco hanno recitato qualche anno fa portando in scena le Rane di Aristofane

È partito dalle isole del Lago Maggiore, al confine tra Piemonte e Lombardia, il nuovo viaggio di Alberto Angela raccontato da “Meraviglie, la penisola dei tesori”, in onda ieri in prima serata su Rai1. È proseguito alla scoperta di una delle più antiche città d’Italia: Orvieto. E il racconto, atteso in città, si è concluso in Sicilia dopo le 23, con il divulgatore immerso nelle magnifiche atmosfere di Siracusa. La puntata di ieri ha registrato 3,6 milioni di telespettatori.

Particolare attenzione come sempre su Ortigia, l’isola su cui sbarcarono i greci che fondarono la città nel 733 a. C. per poi ammirare il Duomo che unisce bellezze antiche e settecentesche. Alberto Angela si è soffermato sul mito di Aretusa per poi inoltrarsi nel parco archeologico: dall’Orecchio, nome dato da Caravaggio, di Dionisio alle Latomie del Paradiso, enormi grotte scavate nei secoli: un luogo di grande suggestione che nasconde dolore e rivela bellezza. Risorte da una vecchia stampa due petulanti lavandaie settecentesche appariranno nell’incantevole ninfeo del Teatro Greco e ancora dopo aver narrato la conturbante Venere Landolina con le parole di Maupassant, Alberto Angela ha guidato lo spettatore in una delle più belle e possenti costruzioni fortificate medievali del Mediterraneo. Ospiti d’eccezione per raccontare i propri ricordi in queste terre di Sicilia sono stati i comici Ficarra e Picone, che al teatro Greco hanno recitato qualche anno fa portando in scena le Rane di Aristofane.

Clicca qui per vedere la puntata. Il racconto di Siracusa da 1h 25 minuti


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo