In tendenza

Omicidio durante i festeggiamenti dell’Ascensione a Floridia: 14 anni per un collaboratore di giustizia

Secondo quanto emerso nelle dichiarazioni dell’imputato, il delitto è riconducibile a dei contrasti nella gestione di un traffico di droga nella zona di Floridia

Il gup del Tribunale di Siracusa, Andrea Migneco, ha condannato a 14 anni e 6 mesi di reclusione Osvaldo Lopes, collaboratore di giustizia, autoaccusatosi dell’omicidio di Nicola Ferla, 42 anni, ucciso a colpi di pistola il 13 maggio del 2013 a Floridia, nel Siracusano. La vittima, uccisa la notte dei festeggiamenti dell’Ascensione, venne trovata nella sua auto, una Fiat Punto, in via Papa Giovanni XXIII.

Secondo quanto emerso nelle dichiarazioni dell’imputato, il delitto è riconducibile a dei contrasti nella gestione di un traffico di droga nella zona di Floridia. Il collaboratore di giustizia ha anche sostenuto di aver agito perché aveva avuto delle soffiate circa un piano organizzato da Ferla per ammazzarlo.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo