In tendenza

Operazione Andromeda. La conferenza stampa degli 11 arresti

L’indagine coordinata dal dott.liguori e dal procuratore serpotta della procura di catania iniziata nell’ottobre 2010 da alcuni controlli d’iniziativa effettuati dai militari dell’arma in alcuni locali a luci rosse della provincia siracusana permetteva di appurare l’esistenza di una strutturata associazione a delinquere insistente nella provincia etnea, che dietro corrispettivo in denaro offriva donne di nazionalita’ italiana e straniera, soprattutto dell’est europa, per prestazioni sessuali.

l’associazione che vedeva una definita ripartizione dei ruoli al proprio interno, tra chi si occupava del reperimento delle prostitute a chi si occupava della parte economica e della logistica incassava ingenti guadagni, anche di migliaia di euro, oltre alla quota di ingresso di 120 euro infatti le prestazioni variavano dai 40 ai 400 euro.

QUI L’ARTICOLO COMPLETO


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo