In tendenza

Operazione “Asmundo”. Il prefetto Moscarella: “segnali importanti”

"Si tratta della seconda operazione, nel giro di pochi mesi, condotta dai Carabinieri di Siracusa per contrastare l’azione dei sodalizi mafiosi"

In una nota il prefetto di Siracusa, Rafaela Moscarella, poche ore dopo l’operazione Asmundo che ha portato all’arresto di 12 persone, ritenute organiche al clan Nardo, esprimere il suo più vivo apprezzamento per il brillante risultato conseguito dal Nucleo Investigativo del Comando Provinciale dei Carabinieri.

“Si tratta della seconda operazione, nel giro di pochi mesi, condotta dai Carabinieri di Siracusa per contrastare l’azione dei sodalizi mafiosi che, in questa provincia, si declina soprattutto attraverso reati in materia di stupefacenti, armi e munizioni illegalmente detenuti nonché attraverso pericolose infiltrazioni nel sistema dell’economia legale – dice la rappresentante del Governo –. Questi interventi integrano in maniera significativa la complessiva azione svolta da tutte le Forze di polizia, a tutela della sicurezza dei cittadini e delle potenzialità di sviluppo del territorio aretuseo. Ricordo, solo per fare qualche esempio recente l’ulteriore operazione svolta dal Nucleo di Polizia Economico – Finanziaria del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Siracusa, conclusasi con l’esecuzione di 10 misure cautelari di cui una in carcere, due ai domiciliari e 7 misure interdittive nei confronti di promotori e partecipanti ad una organizzazione criminale, con ramificazioni anche all’estero, dedita alla realizzazione di operazioni commerciali fittizie per percepire indebitamente risorse pubbliche. O ancora l’attività straordinaria cosiddetta “Alto Impatto”, coordinata dalla Questura di Siracusa, che in sole 2 operazioni (26 gennaio e 17 febbraio di quest’anno) ha condotto ad importanti risultati nel contrasto alle piazze di spaccio cittadine con controlli effettuati su 244 persone (di cui 51 con precedenti penali e/o di polizia), 12 perquisizioni domiciliari, 4 arresti e il sequestro di oltre 1 kg di sostanza stupefacente, tra cocaina crack hashish e marijuana. Sono segnali importanti che restituiscono la misura dell’impegno speso per il ripristino della legalità e testimoniano l’efficienza e la straordinaria capacità operativa e d’intervento delle Forze di polizia, cui va il mio più sentito ringraziamento”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni