Ortigia e Priolo Gargallo: Sigilli A 7000 Mq Di Discariche

C’era un po’ di tutto nei terreni posti sotto sequestro preventivo d’urgenza da parte dei Carabinieri della Compagnia cittadina.

Nel corso della mattinata di ieri, infatti, è stato predisposto un ampio servizio sul territorio della giurisdizione, sotto il coordinamento del Comando Provinciale di Siracusa, retto dal Colonnello Massimo Mennitti, che ha interessato diverse aree urbane ed extraurbane. Nel scorso del servizio i militari della Stazione di Ortigia, coadiuvati da unità dei Vigili Urbani cittadini, hanno proceduto ad apporre i sigilli ad un’area di oltre 6000 mq, su viale Ermocrate di Ortigia.

Materiale ferroso, plastica, vecchi elettrodomestici ed apparecchiature elettroniche: un “supermercato” del rifiuto pericoloso che non si è fatto mancare anche le lastre di eternit. Ma sul terreno erano anche visibili ampie chiazze di oli esausti, gettati senza scrupolo da chi non comprende il danno ambientale arrecato a zone tanto preziose come l’area aretusea.

I militari hanno delimitato il terreno e apposto i sigilli, al fine di impedire l’ulteriore aggravamento della situazione ambientale riscontrata, ponendo l’area a disposizione della Procura della Repubblica. Eguale operazione hanno posto in essere i militari della Stazione di Priolo Gargallo, intervenuti in località Mostringiano di Priolo, laddove, in un’aerea incolta, ignoti avevano collocato diverso materiale di risulta di lavorazioni edili, lunghi pali in calcestruzzo e ancora una volta lastre di eternit.

Anche in questo caso i militari hanno provveduto a sequestrare l’area interessata, ampia circa un migliaio di metri quadri, e ponendola a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Ora sarà opera degli investigatori procedere all’individuazione delle responsabilità di chi ha creato un vero e proprio deposito incontrollato di rifiuti, in aree tutelate e patrimonio dell’intera comunità siracusana.

Un’operazione, quella di ieri, che non esaurirà l’impegno dei Carabinieri sul fronte del contrasto agli illeciti ambientali e che, anzi, vedrà via via intensificarsi l’impegno dell’Arma a tutela della salute dei cittadini e delle bellezze naturali del comprensorio.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo