In tendenza

Ortigia Film Festival, in programma l’anteprima mondiale di “L’Anima in pace” di Ciro Formisano

Tra disagio sociale e voglia di redenzione è la storia di Dora che conduce un’esistenza ai margini in una società in cui il riscatto, viatico verso una nuova vita, ha un prezzo a volte alto

Oggi lunedì 17 luglio arriva in anteprima mondiale a Ortigia Film Festival, per la sezione Lungometraggi in concorso “L’Anima in Pace” di Ciro Formisano con Donatella Finocchiaro e Livia Antonelli. Tra disagio sociale e voglia di redenzione è la storia di Dora che conduce un’esistenza ai margini in una società in cui il riscatto, viatico verso una nuova vita, ha un prezzo a volte alto.

La proiezione alle 21:00 in Arena Minerva. A incontrare il pubblico il regista Ciro Formisano e le interpreti Donatella Finocchiaro e Livia Antonelli.

A seguire, alle ore 22:30, per i Lungometraggi in concorso: “Ciurè” di Giampiero Pumo. Ambientato in una Palermo vista da una prospettiva diversa dal solito, Ciurè è il racconto di due mondi distanti tra loro che finiscono per incontrarsi e per scontrarsi dando vita a un’inaspettata storia d’amore. Il regista presenterà il film con l’interprete Vivian Bellina.

In Arena Logoteta, alle 21:00, per il Concorso Documentari, l’anteprima nazionale di “Still Standing”, di Mirko Pincelli. Il documentario è la storia inedita del Sindh e del suo popolo: i Sindhi. Realizzato nel corso di tre anni in sette nazioni diverse. La provincia del Sindh in Pakistan è stata una delle culle della civiltà, oltre ad essere l’unica provincia pakistana rimasta indivisa dalla partizione del 1947 quando cominciò la diaspora dei Sindhi che lasciarono il neonato Pakistan con l’intento di raggiungere l’India.

A Seguire, alle 22:30, per il Cinema Women – Reprise de Brive, l’anteprima regionale di “Euridice Euridice” di Lora Mure-Ravaud. Ondina è una giovane donna radiosa e felice. Vive con Alexia e sono innamorati. La loro relazione è appassionata e sensuale. Un giorno per Alexia parte per la Grecia e non torna indietro. La proiezione è in collaborazione con il Festival du cinéma de Brive. A incontrare il pubblico la protagonista Ondina Quadri.

Tra gli eventi del festival La mostra “Off sposa l’arte”, progetto ideato e curato da Roberto Gallo nello spazio dell’Antico Mercato di Ortigia aperta per tutta la durata del festival dalle 11.00 alle 20.00 con orario continuato. Cinque artisti che hanno omaggiato il festival con cinque differenti visioni accomunate da un’idea diversa della luce, della stratificazione, del sogno e dell’archeologia intesa come memoria.

Si tratta di manifesti ispirati dalle opere di Sergio Fiorentino, Fabio Lovino, Paolo Campagnolo, Mauro Balletti, Andrea Chisesi, donate a Ortigia Film Festival nel corso degli anni e dei manifesti a cura di Carlo Coniglio per la prima edizione del progetto e di Carmelo Iocolano dalla seconda edizione ad oggi.

Il Festival nel tempo ha sviluppato una forte identità legata al cinema italiano, rinnovando e ampliando la propria offerta, esplorando nuove realtà nel campo dell’audiovisivo e conquistando spazio a livello nazionale e internazionale. La visibilità e il consenso, ottenuto negli anni da parte delle istituzioni, hanno permesso al festival, fondato da Lisa Romano con l’associazione culturale Sa.Li.Ro’ e da lei diretto con Paola Poli, di ricevere la prestigiosa medaglia del Presidente della Repubblica e, negli anni, il sostegno di: MiC, Regione Siciliana, Assessorato al Turismo, Sport e Spettacolo, Dipartimento Turismo Sport e Spettacolo – Sicilia Film Commission, nell’ambito del progetto Sensi Contemporanei, Ars e Comune di Siracusa, Siae, Unesco, Rai, Rai Cinema Channel. Media Partner della XV edizione del festival, Ciak, Cinecittà News, Cinematographe e Taxidrivers. Main Sponsor Università Mercatorum, La Sicilia di Raimondo Limone di Siracusa IGP, Vivaio Giannuso.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni