fbpx

Pachino, 5 locali chiusi a Marzamemi per violazioni norme anticovid

Dovranno rimanere chiusi per 2 giorni

Avrebbero violato le normative anticovid e sarebbero considerati centri di assembramento. Così la scelta è stata quella di chiuderli. Stamattina gli agenti di polizia hanno notificato provvedimenti di chiusura per 5 locali di Marzamemi: pub Balata, Rais, Ipaneman, Muciara e Calamarò dovranno rimanere chiusi per due giorni. Ed è esplosa la protesta dei gestori. “Una decisione scioccante – ha dichiarato Franco Infanti – che ci danneggia e ci penalizza. Andremo per le vie legali”.

Il provvedimento è stato disposto dalla questura di Siracusa a seguito di un confronto sinergico con le autorità del territorio. A determinare la decisione sarebbero stati diversi elementi: prima di tutto l’assembramento, il mancato utilizzo di mascherine e la musica, diffusa non con i criteri disposti dalle ordinanze comunali.

L’ultima ordinanza della Commissione straordinaria, infatti, prevede la chiusura dei locali alle 2, lo stop della diffusione musicale a mezzanotte e niente feste in spiaggia: né live, tanto meno dj set. La decisione è stata presa a seguito della riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica sulle misure di contenimento del contagio e sulla prevenzione del rischio di assembramenti e violazioni delle norme sul distanziamento sociale.

A partire da stasera e fino al 16 agosto, pub, bar, ristoranti e lidi dovranno “calare la saracinesca” alle 2 e, comunque, silenziare la musica a mezzanotte. La nuova ordinanza prescrive il rispetto delle nuove disposizioni anticovid nazionali e regionale, come il divieto di assembramento, il distanziamento interpersonale di 1 metro, l’uso della mascherina secondo le disposizioni vigenti. Ma regolamento anche la fruizione delle spiagge: saranno vietati l’accampamento e il bivacco ed è vietata ogni manifestazione, come dj set, trattenimenti danzanti, musica live.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo