In tendenza

Pachino, Operazione “Topi in trappola”. Sei fermi per spaccio, estorsione e tentato omicidio

A seguito d’intense indagini di polizia giudiziaria, svolte da Agenti della Squadra Mobile della Questura di Siracusa e del Commissariato di P.S. di Pachino, nei confronti di numerosi soggetti, già noti alle forze di polizia, operanti sul territorio di Pachino, perlopiù dediti allo spaccio di sostanze stupefacenti del tipo cocaina ed marijuana, il Sostituto Procuratore della Repubblica di Siracusa, Dott. Antonio NICASTRO, concordando pienamente con le risultanze emerse dalle complesse investigazioni, ha emesso un provvedimento di fermo di indiziato di delitto a carico delle sottonotate persone, tutte residenti a Pachino:

1. SALERNO Fabiano (classe 1980), sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno nel Comune di Pachino;
2. SALERNO Alessandro (classe 1982);
3. RAIMONDO Pasquale (classe 1976);
4. COLLURA Salvatore (classe 1958);
5. FORESTIERI Raffaele, meglio noto come Rabbiele (classe 1978);
6. ODDO Riccardo (classe 1980).

In quanto sussistono gravi indizi di reità nei loro confronti ed in specie:

SALERNO Fabiano è accusato di avere, con più condotte esecutive di un medesimo disegno criminoso e per un rilevante arco temporale, illecitamente detenuto e ceduto a terzi sostanza stupefacente del tipo cocaina e marijuana in Pachino dal giugno al settembre del 2012; SALERNO Fabiano e SALERNO Alessandro sono accusati, in concorso tra loro, di aver malmenato e immobilizzato una persona, esplodendo verso la stessa un colpo di fucile senza colpirlo. Il fatto è stato commesso facendo uso di un’arma, in Pachino il 13/6/2012. Inoltre, sono accusati, in concorso tra loro, di detenere e portare in luogo pubblico un fucile. Fatto commesso in Pachino il 13/6/2012;

SALERNO Alessandro è accusato, altresì, con più condotte esecutive di un medesimo disegno criminoso, e per un rilevante arco temporale, di aver illecitamente detenuto e ceduto a terzi sostanza stupefacente del tipo cocaina e marijuana. Fatto commesso in Pachino dal giugno al settembre del 2012. COLLURA Salvatore è accusato, con più condotte esecutive di un medesimo disegno criminoso e per un rilevante arco temporale, di avere illecitamente detenuto e ceduto a terzi sostanza stupefacente del tipo cocaina e marijuana. Fatto commesso in Pachino nei mesi di giugno, luglio ed agosto del 2012. Inoltre, quest’ultimo, paventando nei confronti della vittima, titolare di un parcheggio pubblico sito nella frazione Marzamemi, la necessità di versargli la somma di euro 10.000,00 in due rate, pena gravi ritorsioni, compiva atti idonei tendenti in modo univoco a costringere la vittima a consegnargli il denaro richiesto. Fatto commesso in Marzamemi nell’agosto 2012;

RAIMONDO Pasquale è accusato, con più condotte esecutive di un medesimo disegno criminoso e per un rilevante arco temporale, di avere illecitamente detenuto e ceduto a terzi sostanza stupefacente del tipo cocaina e marijuana. Fatto commesso in Pachino nei mesi di giugno, luglio ed agosto del 2012.

Infine, ODDO Riccardo è accusato, con più condotte esecutive di un medesimo disegno criminoso e per un rilevante arco temporale, di avere illecitamente detenuto e ceduto a terzi sostanza stupefacente del tipo cocaina e marijuana. Fatto commesso in Pachino nei mesi di agosto e settembre del 2012.
L’indagine prendeva avvio dalla rilevazione in Pachino della presenza di almeno due gruppi criminali che si fronteggiavano per la supremazia nella gestione delle attività illecite in quel territorio, in particolare per il traffico e lo spaccio di sostanze stupefacenti. Infatti, nel decorso mese d’aprile è stata inoltrata all’A.G., un’informativa relativa ad una serie di episodi criminosi – in particolare l’incendio di alcune autovetture e l’esplosione di colpi d’arma da fuoco agli infissi dei rivali – che costituiscono il tentativo dei due gruppi di affermare la loro egemonia nel campo dello spaccio delle sostanze stupefacenti.

Le investigazioni sono state effettuate con il supporto delle intercettazioni telefoniche ed ambientali. Particolarmente fruttuoso per le indagini si è rivelato un servizio di videosorveglianza eseguito all’interno di un caseggiato rurale in contrada Granelli, a Pachino, nella disponibilità dei fratelli SALERNO, nel corso del quale è stato possibile filmare e registrare alcuni degli indagati intenti a tagliare e confezionare le sostanze stupefacenti, perlopiù cocaina e marijuana, per il successivo smercio, nonché ad armeggiare e verificare la funzionalità di alcune armi.

Gli indagati sono stati fermati tutti a Pachino, dove ha avuto luogo un’imponente operazione di polizia, con la collaborazione degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Sicilia Orientale di Catania, delle unità cinofile antidroga del Reparto di Catania e degli Elicotteristi del Reparto Volo di Reggio Calabria, tesa anche alla ricerca di armi e sostanze stupefacenti. SALERNO Fabiano, uno dei principali indagati dell’odierna operazione, è stato catturato a Torino con la collaborazione di personale della Squadra Mobile di Torino e del Commissariato di P.S. Barriera Nizza.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo