Arriva “WhatsApp SiracusaNews”: per le segnalazioni dei lettori, basta un messaggio

In tendenza

Pallamano, l’Aretusa under 17 parte bene nella gara inaugurale delle Finals nazionali

Stamani contro i friulani del Campoformido, anch’essi vincitori al primo incontro con Spallanzani, sfida decisiva per il primo posto, quello che darà la possibilità di entrare fra le prime quattro Under 17 a livello nazionale

Buona la prima. E di gran lunga, forse, ogni più rosea aspettativa. L’Aretusa batte Carpi nella gara inaugurale delle Finals Under 17 in corso in provincia di Vicenza e domani può ancora sperare di entrare tra le prime quattro d’Italia.

L’Aretusa è partita con il piede sull’acceleratore, Yatawarage e Caramagno hanno segnato subito un break (3-1 dopo 3’) e da quel momento la squadra di Izzi ha sempre respinto al mittente ogni tentativo di Carpi di riavvicinarsi. Carnemolla ha chiuso la porta almeno in otto conclusioni emiliane, la difesa ha fatto il resto e quando gli aretusei hanno avuto la possibilità anche di spingersi in contropiede sono riusciti ad arrivare al massimo vantaggio, compreso un rigore di Yatawarage realizzato in pallonetto (+8 16-8 al termine del primo tempo).

Anche la ripresa è scattata sulla falsariga della prima frazione. Subito un break (3-0) che dopo 4’ ha permesso all’Aretusa di salire sul +11, stroncando, di fatto, ogni tentativo del Carpi di riaccorciare. Tanto più che gli emiliani si sono disuniti strada facendo sbagliando diversi appoggi di quelli più elementari. E anche quando Carpi è riuscito ad andare a conclusione, Carnemolla è apparso sempre attento. Gli emiliani hanno infatti ritrovato la via della rete su rigore solo dopo 7’ di gioco, provando a rientrare in partita poco prima del 10’ sfruttando due errori consecutivi dell’Aretusa nel tentativo di andare a rete con una doppia volante.

Izzi ha però chiamato time-out e riorganizzato la squadra. Carpi tuttavia ha sfruttato qualche errore di troppo in fase di realizzazione da parte dell’Aretusa e si è riportata sul -8 al 15’, tentando pure delle marcature a uomo su Yatawarage che però non hanno sortito loro l’effetto sperato. Perché i ragazzi di Izzi hanno rialzato la percentuale realizzativa negli ultimi 8’ di gioco e con Infantino, da ala, hanno riallungato. Chiudendo con tutti gli effettivi del roster (anche Under 15 e 13 in campo) festeggiando il primo successo per 27-18.

Stamani alle 9 contro i friulani del Campoformido, anch’essi vincitori al primo incontro con Spallanzani, sfida decisiva per il primo posto, quello che darà la possibilità di entrare fra le prime quattro Under 17 a livello nazionale.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo