Pallanuoto, Euro Cup: secondo posto per l’Ortigia

I biancoverdi concludono la tre giorni di coppa sfidando i ciprioti dell'Apoel Nicosia

Foto Claudio Bosco

C.C. ORTIGIA – APOEL NICOSIA 25-3 (6-1, 8-1, 5-0, 6-1)

C.C. Ortigia: Tempesti, Cassia 3, Abela 1, La Rosa 1, Di Luciano 3, Ferrero 3, Giacoppo (Cap) 3, Gallo 3, F. Condemi 3, Rossi 1, Vidovic 2, Napolitano 2, Caruso. Allenatore: Stefano Piccardo

Apoel Nicosia: Vasiliou, Alkiviadis, Panayiotis, Kocsis, Chatzitheodorou 1, Milas, Meli, Kleovoulou, Baglatzis, Nikolau 1, Prodromou 1, Vassiliou (Cap), Troulis. Allenatore: Andreas Kythreotis.

Arbitri: Sergey Naumov (RUS) e Michiel Zwart (OLA)

Superiorità: Ort 5/9 + 2 rig Apo 2/5

Primo traguardo centrato dall’Ortigia di Stefano Piccardo, che chiude il girone di Euro Cup al secondo posto, a quota 6 punti, e si qualifica al turno successivo insieme al Montpellier, in testa a punteggio pieno. I biancoverdi concludono la tre giorni di coppa sfidando i ciprioti dell’Apoel Nicosia. Una partita senza storia, vinta ampiamente dall’Ortigia, che manda a segno tutti gli effettivi, esclusi i due portieri. La formazione siracusana domina e mette in mostra i propri giovani, Cassia, Ferrero e Francesco Condemi che realizzano una tripletta ciascuno. Per Condemi e Ferrero era l’esordio assoluto in Euro Cup. Spazio anche per il portiere Caruso, che gioca la seconda parte di gara, subentrando a Tempesti e mettendo in mostra una buona condizione. Alla fine, tanti gol e tanti sorrisi per la qualificazione ottenuta. Adesso si attende il sorteggio del girone del secondo turno di Euro Cup, per conoscere chi saranno i prossimi avversari dell’Ortigia.

Il commento del numero uno biancoverde Stefano Tempesti: “Risultato eccezionale. Purtroppo nella prima partita il fattore campo ci si è girato contro, perché eravamo molto emozionati davanti a un pubblico meraviglioso. A volte l’emozione fa brutti scherzi e ha prodotto la prima sconfitta. Ma è proprio dalle sconfitte che si cresce come squadra. Ci siamo riusciti e abbiamo centrato l’obiettivo, che era quello di qualificarci” . “Non sempre – continua – passare per primi è più vantaggioso. Sono convinto che l’Ortigia tra due settimane sarà ancora più pronta e non tutti saranno contenti di trovare noi rispetto al Montpellier. I valori si equivalgono, vedremo cosa ci dirà il sorteggio.  Speriamo sia favorevole, ma ad ogni modo chiunque ci capiti tutto dipenderà sempre e principalmente da noi”.

Tempesti commenta anche la buona prestazione dei più giovani, tra i quali c’erano due esordienti in Euro Cup: “Questi ragazzi sono eccezionali, hanno bisogno di minutaggio, hanno bisogno di giocare anche partite come queste, con il caldo e con la qualificazione in tasca, perché è attraverso questi momenti che loro crescono e cresce la squadra. L’obiettivo di questa società è fare bene nel presente ma anche costruire il futuro. Bisogna guardare lontano e loro sono il miglior investimento che si potesse fare”.

Tra gli esordienti, Francesco Condemi, il biancoverde più giovane in acqua oggi, autore del primo gol dopo appena 27 secondi di gara: “È stata una bellissima esperienza – afferma – perché io non ho mai giocato a questi livelli. Anche se quella di oggi era una partita facile, però è sempre un esordio in Euro Cup. Ero abbastanza emozionato, ma i miei compagni e il mister mi hanno dato tranquillità prima di giocare e questo mi ha aiutato molto”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo