Pallanuoto, l’Ortigia batte il Catania: quinto posto più vicino

Nonostante una prestazione non esaltante gli uomini di Piccardo battono per 11-10 la Nuoto Catania tornando così al successo dopo due sconfitte consecutive

L’Ortigia vince di misura il derby contro la Nuoto Catania e rilancia le proprie ambizioni di quinto posto in classifica. Alla “Caldarella” finisce 11-10 per il sette di Piccardo al termine di una partita che ha visto i biancoverdi sempre al comando delle operazioni ma incapaci di sferrare il colpo finale per chiudere l’incontro. Dall’altra parte la formazione etnea ha onorato il derby con una partita tutta agonismo, ma pagando a caro prezzo le grandi incertezze in fase difensiva.

Pronti via e l’Ortigia è già avanti grazie a una bella giocata al centro di Napolitano. Nemmeno un minuto e Jelaca in superiorità raddoppia. I biancoverdi con il pressing mettono in difficoltà la formazione ospite che però trova la rete per dimezzare lo svantaggio grazie a una fortunata conclusione di Jankovic che batte Caruso grazie alla decisiva deviazione di Jelaca. L’Ortigia si disunisce in fase difensiva e gli ospiti ne approfittano trovando il pari con Kacar. Con Di Luciano in ripartenza e con Susak in superiorità i biancoverdi trovano nuovamente il doppio vantaggio ma Privitera con un’altra deviazione fortunata, rimette in scia i catanesi sul finale di tempo.

Nel secondo parziale è Catania a riportare nuovamente in equilibrio l’incontro. L’Ortigia si scuote e con Farmer trova il terzo vantaggio dell’incontro al termine di una bella azione in superiorità. I biancoverdi però non riescono a essere troppo incisivi in fase difensiva e Catania con una bella conclusione dalla distanza trova di nuovo il pari (5-5). Napolitano però non ci sta e consente alla squadra di Piccardo di rimettere la testa avanti prima dell’intervallo lungo.

Nella seconda metà i ritmi di gioco calano e sono gli errori, alcuni anche grossolani a farla da padrone. L’Ortigia sembra piazzare lo strappo decisivo in avvio di terzo tempo con Espanol e Rotondo, ma gli etnei non mollano e grazie a Cuccovillo restano ancorati a due lunghezze. L’Ortigia allunga di nuovo col giovane Cassia ma Lucas con una bella girata dal centro consente alla Nuoto Catania di poter ancora sperare di riacciuffare l’incontro.

Sullo slancio gli ospiti si riportano a una sola rete in apertura di ultimo tempo grazie al solito Catania, ma nell’azione successiva gli etnei mostrano tutti i propri limiti difensivi consentendo a Farmer di fare un gol semplice semplice dal centro. Le squadre vanno pian piano sfilacciandosi e Di Luciano ne approfitta con una bella controfuga in solitaria per riportare l’Ortigia sul +3 (11-8). Vantaggio ampio ma che i biancoverdi non gestiscono al meglio, consentendo agli ospiti di tornare nuovamente sotto prima con Privitera e con Kacar a 7 secondi dalla fine. Troppo poco per far tremare le tribune della “Caldarella”. Tre punti che consentono all’Ortigia di poter guardare con ottimismo alla conquista del quinto posto in campionato e che soprattutto consentono agli aretusei di rialzare la testa dopo due sconfitte consecutive.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo