fbpx

Pallanuoto Ortigia, Caruso saluta e va a Catania: “grazie a tutti. Speriamo sia un arrivederci”

Enrico Caruso ha militato 4 stagioni con l'Ortigia, guadagnandosi quasi subito il posto da titolare e giocando da protagonista nel team dei miracoli guidato da Piccardo

Nel giorno della presentazione dei due nuovi acquisti Mirarchi e Rocchi alla corte di coach Piccardo, in casa Ortigia è anche tempo di saluti. La formazione biancoverde ha infatti ufficializzato la cessione del portiere Enrico Caruso alla Nuoto Catania. Il giocatore lascia Siracusa e raggiunge Raffaele Rotondo, anch’egli da poco passato al club etneo.

Enrico ha militato 4 stagioni con l’Ortigia, guadagnandosi quasi subito il posto da titolare e giocando da protagonista nel team dei miracoli guidato da Piccardo, che ha raggiunto risultati storici per il club nelle ultime tre stagioni. Nell’ultima annata, Caruso ha condiviso il ruolo e gli allenamenti con il leggendario Stefano Tempesti, dal quale ha appreso consigli e segreti che gli torneranno utili nel prosieguo della carriera.

Queste le parole con le quali Enrico Caruso saluta l’ambiente dell’Ortigia: “Lascio Siracusa dopo 4 anni. Ci sarebbero tantissime cose da dire, ma la parola che le riassume tutte è ‘grazie’. Ringrazio tutti: mister Piccardo, l’ingegner Marotta, il presidente Vancheri, i vicepresidenti, il capitano e tutti i miei compagni di squadra, dal più grande al più giovane. Ringrazio poi Stefano Tempesti, che per me è stato fondamentale in questo anno, anche a livello umano. Devo ringraziare tutti per questo percorso insieme che mi ha fatto crescere”.

Saluto i nostri tifosi – continua Enrico – che sono eccezionali e che mi hanno dimostrato la loro vicinanza lungo tutti questi anni, nei momenti belli e soprattutto in quelli brutti. E questo fa la differenza per un atleta, non solo a livello sportivo ma anche a livello umano, perché è importante sapere che i tifosi ci sono anche nei momenti meno positivi. Peraltro andare a giocare a Catania, che è vicina, mi dà l’occasione di continuare a relazionarmi con l’ambiente e con i tifosi dell’Ortigia, non solo a livello sportivo. Intanto ci salutiamo e speriamo sia un arrivederci”.

Adesso la società – che ringrazia Enrico al quale augura di raggiungere i suoi obiettivi professionali e personali e di tornare presto in A1, la categoria che più merita – si adopererà per trovare un nuovo secondo di Tempesti, così da consegnare la rosa al completo a coach Piccardo.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo