In tendenza

Patto di responsabilità sociale di Siracusa, al via le azioni per accedere ai fondi del Pnrr

Lo schema organizzativo del progetto prevede una cabina di regia formata da sottoscrittori del Prs e un comitato scientifico di esperti. A coordinare il progetto è stata chiamata Renata Giunta

Dopo la riunione di lancio della proposta che si è tenuta lo scorso 4 giugno nella sede di Confindustria Siracusa, il coordinatore del Patto di Responsabilità Sociale Vittorio Pianese comunica l’avvio delle attività relative alla elaborazione del Piano Strategico della provincia di Siracusa per l’accesso ai fondi Pnrr (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) che con fondi europei dovrà far ripartire l’economia nel nostro Paese dopo la crisi causata dalla pandemia di Covid 19, e per superare i gap infrastrutturali che rendono ancora debole la stessa economia.

L’obiettivo generale di questa iniziativa è quello di attivare un percorso di sviluppo dal basso per l’area vasta del siracusano promosso e trainato dalle forze produttive organizzate nel Patto di responsabilità Sociale

Gli obiettivi specifici dello stesso progetto sono: Rilanciare l’economia del territorio in chiave green; Definire le priorità infrastrutturali pubbliche e private; Aumentare la coesione sociale e l’inclusione socio-lavorativa dei giovani e delle donne; Trattenere e attrarre i talenti; Promuovere investimenti che migliorano la qualità della vita; Qualificare il sistema della formazione attraverso la digitalizzazione e il miglioramento dell’edilizia scolastica.

A tale fine il gruppo di lavoro messo in campo produrrà un documento strategico che definirà un quadro chiaro e condiviso per lo sviluppo del territorio. Documento che traccerà le linee guida del progetto stesso attraverso la rilevazione delle potenzialità del Pnrr adatte al territorio di Siracusa, l’ascolto e analisi dei fabbisogni territoriali e delle linee di sviluppo già in essere per gli stakeholders pubblici e privati. Il piano strategico che ne varrà fuori sarà corredato da apposite schede specifiche per comparto e per tipologia di intervento.

Il Patto di responsabilità sociale conta di raggiungere il completamento della redazione del piano in sei mesi (chiusura prevista: gennaio 2022).

Lo schema organizzativo del progetto prevede una cabina di regia formata da sottoscrittori del Prs e un comitato scientifico di esperti. A coordinare il progetto è stata chiamata Renata Giunta che si occuperà di definire le azioni e le fasi procedurali del lavoro e terrà i contatti con il Patto e con gli stakeholders pubblici e privati. La stessa sarà collaborata da esperti in vari settori (sostenibilità ambientale, digitalizzazione, processi partecipativi).

La dottoressa Giunta è una esperta in analisi e ricerca, progettazione ed accompagnamento alla realizzazione di interventi di sviluppo e della competitività territoriale. Si occupa di costruzione e gestione di progetti a valere sui fondi europei e nazionali, e di ideazione gestione di partenariati pubblico-privati. Confindustria Siracusa ha già offerto spazi e supporto di segreteria.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo