In tendenza

Per Repubblica.it Siracusa tra le prime 10 città in Italia dove il virus fa più paura

A contagiarsi, e a finire in ospedale, sono persone over 60 che non hanno voluto vaccinarsi e interi nuclei familiari

C’è anche Siracusa tra i 10 comuni d’Italia in cui – secondo lo studio di Repubblica.it – il Covid19 fa più paura. La provincia aretusea, infatti, anche in base ai numeri recentemente forniti dal Dasoe è una di quelle con il più elevato rischio di contagio (93 nuovi casi ogni 100mila abitanti).

Dati che – stando a quanto riportato dalla giornalista Alessandra Ziniti – piazzerebbero la città di Archimede al poco edificante ottavo posto in Italia. Il motivo è presto spiegato: “Intere famiglie di No Vax – si legge sul quotidiano -. Vaccini troppo a rilento, come in tutta la Sicilia orientale, e dopo Catania l’isola conta un’altra provincia dove l’incidenza dei casi ( 93 ogni 100.000 abitanti) è quasi doppia rispetto al resto del Paese. A contagiarsi, e a finire in ospedale, sono persone over 60 che non hanno voluto vaccinarsi e interi nuclei familiari. In alcuni Comuni della provincia sono già state adottate dal governatore Musumeci, nelle scorse settimane, restrizioni da zona arancione.”

Uno studio che fa il paio con l’andamento di nuovi casi in Sicilia nella settimana 25-31 ottobre fornita qualche giorno fa dalla Regione in cui si riporta un’ incidenza di 51.35 casi per 100.000 abitanti. Continua quindi a registrarsi un sia pur contenuto rialzo dei nuovi casi rispetto al minimo raggiunto ad ottobre, ma il trend di crescita appare al momento limitato.  Analizzando l’incidenza per età emerge un dato più alto nella fascia di età scolare (6/10 anni) ed in quella più anziana, pertanto il Dasoe ribadisce l’importanza di mantenere alta l’immunizzazione nei soggetti più a rischio.

A seguito del rialzo dei nuovi casi si è avuto un lieve incremento di nuove ospedalizzazioni con ricadute sulla prevalenza di occupazione dei posti letto. L’ospedalizzazione interessa prevalentemente (82,3%) soggetti non vaccinati. Resta stabile la letalità.

In Sicilia i vaccinati con prima dose si attestano all’80,67% del targetregionale, gli immunizzati sono al 76,67%. Le terze dosi finora somministrate sono 62.914 (pari allo 0,93% delle somministrazioni complessive). Da segnalare il picco di terze dosi nella giornata del 3 novembre (4.681) nell’ambito di un significativo trend in aumento.

Raffrontando invece i dati relativi alle prime dosi erogate tra la settimana in esame (28 ottobre-3 novembre) e la precedente (21-27 ottobre) si registra un calo pari a -35, 56%. Continua quindi il trend in declino delle prime dosi rispetto al picco registrato nei giorni immediatamente antecedenti al 15 ottobre quando è entrato in vigore l’obbligo del green pass nei luoghi di lavoro.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo