Arriva “WhatsApp SiracusaNews”: per le segnalazioni dei lettori, basta un messaggio

In tendenza

Petrolchimico di Siracusa: il Tar sospende i nuovi limiti nelle emissioni dell’Isab-Lukoil

I giudici del Tar del Lazio hanno disposto la sospensiva sui nuovi limiti alle emissioni imposti dal ministero per la Transizione ecologica alla società proprietaria dell’impianto di gassificazione

I giudici del Tar del Lazio hanno disposto la sospensiva sui nuovi limiti alle emissioni imposti dal ministero per la Transizione ecologica alla società Isab-Lukoil di Priolo (Siracusa), proprietaria dell’impianto di gassificazione.

L’azienda, dopo la nuova Aia, autorizzazione integrata ambientale, sollecitata nel febbraio scorso dalla Conferenza dei servizi dei Comuni della zona industriale siracusana, aveva presentato ricorso ai giudici amministrativi laziali che hanno fissato l’udienza per il 12 ottobre prossimo. Secondo il Tar del Lazio, “vi sono seri elementi di danno in capo alla ricorrente a causa degli immediati obblighi di essa d’adeguarsi al rispetto dei limiti posti dalle prescrizioni recate dal DM 104/2022″.

Il Tar, motivando la sua decisione, fa riferimento ai limiti di “5 mg/Nm³/giorno per le polveri nel caso di funzionamento delle turbine CCU1 e CCU2 alimentate a syngas e a quello di 20 mg/Nm³/giorno per il parametro SO2 nel caso di funzionamento delle turbine stesse, alimentate a gas metano”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo