fbpx

Primo caso di coronavirus a Priolo Gargallo. Il sindaco Gianni: “restate a casa”

Si sta ricostruendo la rete di contatti intrattenuti nelle ultime settimane anche dai familiari e dagli amici del soggetto positivo e saranno sottoposti al tampone

Primo caso di coronavirus a Priolo Gargallo. A renderlo noto il sindaco, Pippo Gianni, che invita tutti i cittadini a rimanere a casa e rispettare rigidamente le misure di sicurezza e prevenzione.

Il sindaco Gianni informa che sono state attivate tutte le misure previste dalle autorità sanitarie. Si sta ricostruendo la rete di contatti intrattenuti nelle ultime settimane anche dai familiari e dagli amici del soggetto positivo. Tutti saranno sottoposti al tampone per contenere il contagio e non mettere a repentaglio l’intera comunità.

“I cittadini – ha detto il sindaco Gianni – dovranno uscire da casa soltanto per reale necessità e recarsi al supermercato non tutti i giorni, come purtroppo fanno in molti. Dovranno indossare guanti e mascherina ed evitare di toccare i prodotti che non devono acquistare. Osserveremo le immagini delle telecamere per individuare coloro che escono da casa senza reale necessità, che si recano al supermercato o in farmacia più volte in una settimana; i controlli saranno dunque più rigorosi e gli eventuali trasgressori saranno puniti con le sanzioni previste dall’art. 650 del codice penale. La situazione è sotto controllo ma i cittadini devono rimanere a casa e rispettare i protocolli e le misure ordinate”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo