In tendenza

Priolo, approvato il regolamento per il “Bonus Patente”

Soddisfatto Alessandro Biamonte, capo gruppo di Identità Priolese

Ieri in occasione del consiglio comunale è stato approvato il regolamento presentato da Identità Priolese “bonus Patente”, soddisfatto Alessandro Biamonte, capo gruppo di Identità Priolese: “Soddisfatto per l’approvazione del regolamento bonus patente, aiuteremo a tantissime persone a trovare lavoro, ringrazio l’ufficio e tutti i consiglieri che hanno approvato la proposta”.

Preso atto della grave crisi economica-occupazionale, con tale intervento si vuole aiutare il cittadino a trovare lavoro. Considerato che si è registrato un cospicuo aumento della manodopera nel settore dei trasporti su gomma, l’idea è quella di aiutare i cittadini residenti a Priolo Gargallo, soprattutto i più giovani, ad ottenere delle patenti tecniche. Patenti che, in virtù della loro specificità, hanno purtroppo dei costi decisamente alti.

L’obiettivo è quindi quello di avvicinare i giovani alla professione di autista per l’autotrasporto di merci/persone. Il contributo è finalizzato alle spese relative al conseguimento di una o più patenti (non al loro rinnovo): B, C, C1, CE, C1E, D, D1, DE e D1E, o della carta di qualificazione del conducente (Cqc)

Possono accedere ai contributi i cittadini italiani ed europei, con età, compresa tra i 18 e i 40 anni residenti nel comune di Priolo Gargallo da almeno 3 anni con reddito ISE non superiore ai 60.000,00 euro.

Nell’ambito delle risorse finanziarie disponibili le domande saranno soddisfatte in ordine cronologico di presentazione. Il contributo relativo al bonus patente non è
cumulativo con altri aiuti per la stessa finalità da parte dello Stato o della Regione e può coprire in base alla disponibilità economica un massimo dell’80% dei costi
sostenuti per ottenere la preparazione adeguata indispensabile per guidare veicoli per il trasporto merci o persone. Il tutto è comunque fino ad un tetto massimo di
2.800 euro di spesa per le seguenti patenti: C, C1, CE, C1E, D, D1, DE e D1E. Invece per la patente B sono destinati come contributo euro 300.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni