In tendenza

Priolo Gargallo, Martedì scorso inaugurati i nuovi arredi scolastici

Inaugurati Martedì, 29 aprile, alle ore 11:30, i nuovi arredi scolastici, che l’amministrazione comunale ha fornito al 1° Istituto Comprensivo “Danilo Dolci” di Priolo. Il processo di rinnovamento è avvenuto per tutte le classi del plesso “Largo scuole” e per la scuola secondaria di 1° grado del plesso “Pineta”.

L’amministrazione, da sempre attenta alle politiche riguardanti la pubblica istruzione, prospetta per quest’ultimo plesso di completare, al più presto, anche le classi che necessitano ancora di rinnovamento. “L’amministrazione, ha detto il Sindaco di Priolo, Antonello Rizza, si è impegnata nell’acquisto degli arredi scolastici, ma, è anche intenzionata a rivedere talune strutture scolastiche, che hanno bisogno di miglioramenti perché datate”. All’inaugurazione, oltre a numerosi docenti, discenti e genitori, erano presenti anche l’Assessore alla Pubblica Istruzione e Beni Culturali, Salvatore Leanza, il Dirigente del XIII settore, relativo alle Politiche Culturali, Domenico Mercurio, il Responsabile alle Relazioni Esterne dell’Isab, Antonio Caruso, e la Dirigente scolastica, Concetta Manola, che ha ringraziato l’amministrazione comunale per l’impegno profuso nei confronti dell’Istituto Comprensivo da lei diretto.

“Abbiamo ricevuto la prezioso collaborazione del Comune di Priolo per dotare le aule, della primaria e della secondaria del plesso “Largo Scuole” e della secondaria del plesso “Pineta”, di nuovi arredi. Ciò rende più funzionale il fare scuola, ma, anche il porre l’utenza interna nella condizione di beneficiare di arredi più consoni alle loro esigenze. Abbiamo avuto garanzie dall’amministrazione comunale che anche le altre classi, non ancora fornite, possano essere completate in tempi brevi”. Per l’occasione, l’Istituto Scolastico è rimasto aperto per l’intera mattinata domenicale, con l’intento di accogliere docenti, genitori e discenti, i quali hanno avuto la possibilità di sperimentare attività extrascolastiche, che favoriscono l’integrazione e la socializzazione.

L’apertura domenicale della scuola, ha affermato il sindaco Antonello Rizza, è un evento unico per i discenti, i genitori e i docenti, che si ritrovano per svolgere attività extrascolastiche. L’obiettivo è quello di continuare su questa strada, puntando sulla formazione dei giovani e sulla scuola, nonostante viviamo tempi drammatici per la società odierna”.

Da quattro domeniche, infatti, la scuola rimane aperta per avvicinare gli alunni ad ambiti che esulano dal consueto approccio scolastico teorico. Aspetti emozionali ed accattivanti sono emersi attraverso l’ideazione del laboratorio di musica, diretto dal prof. Carmelo Piccione, coadiuvato dai docenti, Anna Forte, Francesco Netti, Gero Cangemi e Annamaria Gulizia, del laboratorio di teatro, diretto dal maestro Giuseppe Scaduto, e dal laboratorio di ceramica, diretto dalla maestra Marisa Leanza. Quest’ultimo progetto, dal titolo “Concretattivamente”, ha beneficiato del finanziamento dell’Isab, che ha fornito la possibilità per l’acquisto di tutto il materiale necessario alla lavorazione dell’argilla ed alla colorazione degli oggetti artigianali, realizzati da più di trenta discenti dell’istituto.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo