In tendenza

Priolo Gargallo premia gli studenti meritevoli, cerimonia di consegna delle borse di studio

Venti le borse di studio, di 150 euro ciascuna, assegnate agli studenti che hanno conseguito il diploma di scuola media; 28 a studenti di scuola superiore, per un importo di 250 euro; 500 euro assegnati a 10 universitari che hanno conseguito la laurea di 1° livello e 1000 euro ciascuno a 15 studenti per la laurea di II livello o specialistica

Gli studenti meritevoli di Priolo Gargallo sono stati premiati questa mattina, nel corso di una cerimonia che si è tenuta al teatro comunale. In apertura è stata ricordata la figura di Peppino Impastato, giornalista ucciso dalla mafia, attraverso la proiezione di un video realizzato dagli studenti di un liceo di Messina.

A consegnare agli studenti le pergamene e alcuni libri, il sindaco Pippo Gianni, l’assessore alla Pubblica Istruzione e alla Cultura, Patrizia Arangio, l’assessore Tonino Margagliotti, il Capogruppo consiliare di SiAmo Priolo, Luca Campione, e le insegnanti del I e II Istituto Comprensivo, Adele Branciamore e Rita Limer, in rappresentanza del Dirigente scolastico, Enzo Lonero. Venti le borse di studio, di 150 euro ciascuna, assegnate ad altrettanti studenti che hanno conseguito il diploma di scuola media; 28 a studenti di scuola superiore, per un importo di 250 euro; 500 euro sono stati assegnati a 10 universitari che hanno conseguito la laurea di 1° livello e 1000 euro ciascuno a 15 studenti per la laurea di II livello o specialistica.

Abbiamo deciso con il sindaco – ha detto l’assessore Arangio – di aprire la cerimonia con la proiezione di questo filmato, perché è sempre bello ricordare il nostro Peppino Impastato; ci sembrava l’occasione giusta per mandare un messaggio di legalità. La cultura – ha continuato – è quella che tutti gli studenti coltivano. Dove c’è cultura non attecchisce la mafia e il compito di tutti noi è far sì che cresca e si coltivi. In questa occasione voglio complimentarmi con tutti voi che siete qui a ricevere la pergamena e a ringraziare le vostre famiglie, perché dietro ognuno di voi c’è proprio la famiglia, che vi sostiene giorno dopo giorno e porta avanti i vostri studi, a volte anche con sacrificio e rinunce; mi complimento quindi con gli studenti e ringrazio le famiglie”.

È un piacere avervi qui – ha affermato Luca Campione – ed è un piacere stare in un luogo di cultura come il nostro teatro comunale. La cultura e i giovani sono la priorità, perché sui giovani si può proiettare il nostro futuro. L’articolo 34 della Costituzione dice che i capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. L’Italia ha bisogno di giovani talenti, che studiano per mandare avanti il Paese. Vi porto infine i saluti di tutto il Consiglio comunale; sono e siamo fieri di voi”.

Complimenti a tutti voi studenti – ha sottolineato l’assessore Margagliotti – che avete raggiunto risultati importanti. Questa mattina non è soltanto una ricorrenza dove si consegnano pergamene, ma è un’occasione di incontro e di dialogo sul tema dell’istruzione. Voglio ricordare che questa Amministrazione sta facendo tanto nel campo dell’istruzione e della cultura. A settembre di quest’anno partirà, per la prima volta nella storia di Priolo, un corso dell’Istituto “Arangio Ruiz” di Augusta. Vorrei che questa iniziativa fosse diffusa. Il mio è un invito alla partecipazione, ad avere fiducia verso questo progetto”.

Grazie per quello che avete fatto – ha detto il sindaco Gianni – e per quello che farete. Siete i ragazzi che rappresenteranno il nostro futuro. Tra voi ci saranno medici, avvocati, sindaci, ingegneri, deputati, persone che devono qualificare ancora più di noi l’azione politico-amministrativa che stiamo portando avanti. Stiamo lavorando per dare la possibilità a tutti i priolesi di poter accedere alle scuole superiori e all’Università. Il corso di perito industriale di cui ha parlato Margagliotti è un primo passo per chiedere alla zona industriale di prendere in considerazione innanzitutto gli studenti di Priolo. Nel nostro paese – ha continuato il primo cittadino – torneranno le Scienze Infermieristiche e partiranno anche i Master in Ambiente, iniziativa propedeutica all’istituzione dell’Università di Ingegneria Ambientale e Chimica. Questo è il progetto che insieme alla Giunta, al Consiglio comunale e ai Dirigenti, stiamo portando avanti. Uno sforzo enorme, in quanto non è stato facile convincere le varie strutture ad investire a Priolo, ma ci siamo riusciti e lo abbiamo fatto per voi. Quella delle borse di studio non è solo una questione economica, ma è un riconoscimento per i vostri sacrifici e quelli delle vostre famiglie. Rispetto agli anni scorsi abbiamo aumentato le somme a disposizione, perché possiate studiare sempre con maggiore tranquillità. Un pezzo di carta in tasca – ha concluso il sindaco Gianni – vi consentirà di essere liberi da tutti i condizionamenti, di andare in tutto il mondo, anche se speriamo che il mondo venga qui da noi”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo